Sabato 16 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 25/08/2004

Genova - Genova, il re della discesa libera appiedato dalla Polizia Stradale: il campione sfrecciava a 180 orari in autostrada. Beccato con il Provida

Genova, il re della discesa libera appiedato dalla Polizia Stradale: il campione sfrecciava a 180 orari in autostrada. Beccato con il Provida

(ASAPS) CHIAVARI – A vederlo scendere nei circuiti iridati di coppa del mondo, gli intenditori degli sport invernali si tolgono il cappello. I due pattuglianti della Polizia Stradale di Chiavari, invece, il cappello se lo sono messo scendendo di macchina, dopo averlo fermato per eccesso di velocità. Kjetil Andre Aamodt, pluridecorato campione dello sci mondiale, classe 1971, è sceso un po’ troppo in fretta e stavolta non c’era una fotocellula di un cronometro, ad attenderlo. C’era invece una Subaru Impreza della Polizia Stradale, che lo ha inseguito filmando la sua lunga e pericolosa violazione del limite di velocità, infranto con una media costante di 180 km all’ora. Per l’uomo jet norvegese sono scattati immediatamente il ritiro di patente e l’obbligo di pagare subito la contravvenzione, poiché alla guida di un’auto con targa estera. Aamodt ha dovuto farsi coraggio e pagare, altrimenti si sarebbe visto sottoporre la sua fuoriserie a fermo amministrativo. Aamodt, che ha ottenuto di farsi accompagnare al bancomat più vicino, ha vinto in carriera i campionati mondiali ed è stato medagliato sette volte (due d’oro) ai giochi olimpici. Ora il campione dovrà lasciare la sua Mercedes SLK nel garage di Montecarlo, dove è residente da alcuni anni. (ASAPS).

Mercoledì, 25 Agosto 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK