Lunedì 01 Giugno 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/07/2019

Inferno in autostrada a Bologna, muore camionista: viveva nella Marca

Lo schianto è avvenuto sul raccordo tra A1 e A14: coinvolti due autoarticolati e una bisarca. A perdere la vita Gheorge Pantea Moglan, 68 anni di Oderzo. L'impatto è avvenuto nei pressi di Borgo Panigale, dove un anno fa si era registrata la terribile esplosione di una autocisterna

Aveva 68 anni e ha perso la vita questo pomeriggio nell'incidente avvenuto intorno alle 15.00 lungo l'autostrada A14, all'altezza del raccordo Bologna-Casalecchio. Uno scoppio che ha ricordato subito, anche vista la zona dell'accaduto, l'indimenticabile esplosione del 6 agosto 2018 di Borgo Panigale. Purtoppo una vittima c'è stata. Si tratta di Gheorge Pantea Moglan: 68 anni, originario della Romania, residente a Oderzo, in provincia di Treviso, sposato e con 5 figli. Il suo corpo è stato estratto dopo diverse ore dai Vigili del Fuoco. Aveva scaricato a Firenze e stava rientrando a Treviso.

Uno dei primi a commentare il dramma, il presidente di quartiere Vincenzo Naldi, che si è dimostrato subito scosso per il secondo evento tragico in meno di un anno. Il sottosegretario Michele Dell'Orco, rivolgendo le proprie condoglianze ai familiari della vittima, ha parlato anche dell'impegno per una maggiore tutela della sicurezza stradale e affinchè eventi come questi non si debbano ripetere.

>VIDEO

Secondo la ricostruzione della polizia stradale, tre i mezzi coinvolti all'altezza del km 4 del Raccordo interno A1 A14 (Casalecchio-Borgo Panigale): un camion ha tamponato violentemente un secondo autoarticolato, che a sua volta ha urtato contro una bisarca che lo precedeva. Ad avere la peggio, il mezzo al centro: che ha preso completamente fuoco, e il conducente non ha avuto scampo, trovando la morte nell'abitacolo in fiamme. Da quanto si apprende, il camionista, sulla sessantina, arrivava dal Veneto.

Dinamica dell'incidente - come riporta la stradale - "è identica a quella della devastante esplosione dello scorso anno": il camionista che ha dato origine al tamponamento a catena o non ha frenato o ha frenato molto tardi. Dopo l'impatto, le fiamme e il fumo. Il tutto si è verificato quando sul posto si registrava già un rallentamento al traffico, avvenuto poco prima al Km 11.

da trevisotoday.it

Mercoledì, 31 Luglio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK