Giovedì 29 Luglio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/07/2019

Ivrea, in auto con i figli viene travolta da un tir: lei muore, grave uno dei bimbi

La donna era ferma sulla corsia d’emergenza: aveva fatto scendere il figlioletto più grande che chiedeva di poter fare la pipì, poi il tragico impatto
La vettura dopo l’impatto

Era ferma sulla corsia d’emergenza con la sua auto con a bordo i due figli quando un tir l’ha travolta. La donna, Lucia Honorata Shulla Reyes, 34 anni, di origine peruviana è morta sul colpo. Uno dei due bimbi, la femminuccia di un anno, in codice rosso è stata elitrasportata all’ospedale di Aosta. L’altro bimbo di sei anni, lievemente contuso, è stato comunque portato in ospedale ad Aosta per precauzione. Il piccolo di sei anni era fuori dall’auto al momento dello schianto. Era sceso per fare pipì. Sotto gli occhi del bambino la vettura, una Fiat Punto, ha carambolato più volte su se stessa per alcuni metri finendo la sua corsa contro il guardrail. Uno schianto fatale per la donna, rimasta incastrata nel veicolo che si è accartocciato su se stesso. Per lei non c’è stato nulla da fare: è morta sul colpo per le ferite riportate. Grave anche la figlia, estratta viva dalla vettura dai vigili del fuoco. La piccola era assicurata nel suo seggiolino sul sedile posteriore. L’autista del tir, un 27enne che lavora per una ditta di trasporti di Verona, è indagato per omicidio stradale.

>FOTO

La dinamica

A ricostruire la dinamica dell’incidente la polizia stradale. Per tutta la serata il tratto autostradale tra i caselli di Ivrea e Quincinetto è rimasto chiuso. Lo schianto si è verificato tra i Comuni di Salerano e Banchette in direzione Torino sull’autostrada A5 Torino-Aosta poco prima dello svincolo di Ivrea.

Il precedente

Solo dieci giorni fa un altro incidente simile era avvenuto lungo la provinciale che da Verona porta al Trentino. A perdere la vita due giovani torinesi che, insieme ad un altro amico, sopravvissuto all’incidente, stavano andando in vacanza e si erano fermati a bordo strada per cambiare una gomma bucata alla loro auto. Ad investirli una coppia che viaggiava su una Volvo. Adriano Fasulo, 21enne di None, e Yuri Ferrari 20enne di Nichelino, erano morti sul colpo.
 

di Floriana Rullo
da torino.corriere.it


La sosta nella corsia di emergenza costituisce sempre una esposizione a pericoli gravi, quando è possibile ci si deve fermare almeno in una piazzola di sosta, se l’area di servizio è lontana. (ASAPS)

Lunedì, 29 Luglio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK