Sabato 17 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su

IL POSSESSO DELLA QUALIFICAZIONE CQC ATTRAVERSO
IL CODICE UNIONALE ARMONIZZATO «95»
UFFICIO STUDI ASAPS

A seguito delle modifiche apportate all’art. 22, commi 1, 2 e 3, del Decreto Legislativo n. 286/2005  dall’art. 21, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo n. 2/2013 ( ), la CQC in formato card è stata sostituita dall’apposizione sulla patente di guida italiana del codice unionale armonizzato «95», in corrispondenza delle categorie per le quali è stata acquisita la qualificazione iniziale o si è assolto all’obbligo di formazione periodica, seguito dalle rispettive date di scadenza.
In particolare, per quanto riguarda le «nuove modalità di documentazione della qualificazione professionale (art. 22 D.L.vo n. 286/2005)», con la circolare n. 300/A/744/13/101/3/3/9 del 25 gennaio 2013 (paragrafo 16.1), il Ministero dell’Interno - «per quanto attiene agli aspetti di immediata competenza degli organi di polizia stradale» - ha segnalato «che l’art. 22 del D.L.vo n. 286/2005 è stato modificato in modo da prevedere che il possesso della qualificazione iniziale e della formazione periodica, oggi documentate dalla carta di qualificazione del conducente (CQC), siano comprovate mediante l'apposizione sulla patente di guida italiana del codice UE armonizzato "95", secondo le seguenti modalità...

>LEGGI L'ARTICOLO


La CQC in formato card è stata sostituita dall’apposizione sulla patente di guida italiana del codice unionale armonizzato «95». Qui tutti i dettagli. (ASAPS)

Mercoledì, 24 Luglio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK