Domenica 09 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Un malato di mente percorre pericolosamente la Statale 131 contromano, fermato dalla Polizia Stradale e dai colleghi della Squadra Volanti di Cagliari

 

Cagliari, 21 Giu 2019 – Il Questore di Cagliari, nell’ambito della predisposizione dei piani di controllo del territorio, ha predisposto il rinforzo dei dispositivi già in atto, implementando la presenza di equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, volti a consentire un più capillare servizio di controllo del territorio nell’area dell’hinterland cittadino. E, alle ore 4:30 circa di questa mattina, sulla linea “113” sono pervenute diverse segnalazioni da parte di automobilisti che indicavano un’autovettura, AR 156, che percorreva contromano a velocità elevata, la Strada Statale 131 all’altezza del comune di Serrenti con direzione Cagliari.

L’operatore del Centro Operativo ha immediatamente allertato le autopattuglie della Polizia Stradale impegnate nei servizi di vigilanza stradale lungo la direttrice S.S.131 dove poi un equipaggio è riuscito ad incrociare il veicolo all’altezza del Km 19 senza però procedere a bloccarlo in condizioni di sicurezza.

La folle corsa ha avuto termine quando il Centro Operativo ha disposto anche l’intervento di altri due equipaggi della Squadra Volanti della Questura di Cagliari che sono riusciti ad intercettare e bloccare il veicolo al km 9,900. Il conducente è V.R. 48enne di Genoni.

Gli Agenti hanno sin dal primo momento, notato un evidente stato di alterazione ed agitazione invitandolo a effettuare il test etilometrico per la verifica dello stato di ebrezza ma la richiesta non è stata accolta dal conducente che dai primi accertamenti è risultato essere in cura presso un centro di igiene mentale, motivo per cui è stato chiesto il supporto di personale medico del 118 che successivamente lo ha accompagnato presso il nosocomio cittadino “SS. Trinità”.

Al V.R. sono stati contestati diverse sanzioni amministrative e gli è stata ritirata la patente di guida.

da cronacaonline.it


Sembra strano, ma possono capitare anche casi come questo. (ASAPS)

Lunedì, 24 Giugno 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK