Sabato 19 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA AL PALO IN COMMISSIONE TRASPORTI
di Giordano Biserni *

Foto Coraggio© - archivio Asaps

Ci avevamo sperato che a giugno l'Aula della Camera dei Deputati potesse esaminare e approvare le modifiche al Codice della Strada in prima lettura. Lo annunciava anche il sito istituzionale del palazzo di Montecitorio (http://www.camera.it/leg18/76?view=76&active_tab_3806=5814&element_id=agenda lavori). E invece scopriamo che nell'ultima settimana di giugno, la Commissione Trasporti della Camera affronterà temi come il 5G, i big data e audizioni varie che nulla hanno a che fare con la sicurezza stradale. Ora perciò i tempi si allungano. Se tutto va bene a luglio si potrà approvare il disegno di legge unicamente alla Camera e solo dopo la pausa estiva, a metà settembre, si potrà esaminarlo anche a Palazzo Madama, dove sicuramente ci saranno nuove audizioni e nuovi emendamenti da votare. Si arriverà perciò ad autunno pieno per l'approvazione definitiva. Insomma una estate senza modifiche sostanziali al Codice della Strada che è iniziata con tanti (troppi) morti sulle strade, con decine di motociclisti che hanno perso la vita nei fine settimana, con bambini e ragazzi vittime in tutta Italia, dove la principale causa dei sinistri rimane la distrazione alla guida da "sbornia del terzo millennio" come il cellulare. Mentre nei palazzi romani il tema sicurezza stradale rimane a margine, l’ASAPS vi aggiornerà  su quanto accade sulle strade, con la speranza di avere anche notizie positive e non solo un lungo elenco di episodi tragici, documentati  da croci e fiori ai margini delle nostre strade. A riparlarne a luglio.

*Presidente ASAPS


Anche nell’ultima settimana di giugno, secondo la calendarizzazione dei lavori,  la riforma del CdS non approderà  in aula. I tempi si allungano e ora si rischia che l’estate passi senza l’auspicata approvazione del Parlamento. (ASAPS)

 

 



Lunedì, 24 Giugno 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK