Venerdì 23 Luglio 2021
area riservata
ASAPS.it su

Amalfi
Manda un carabiniere in ospedale, sotto l'effetto di droga: arrestato 21enne di Ravello

Trasportato d'urgenza al presidio ospedaliero di Castiglione di Ravello, al carabiniere è stata diagnosticata un'emorragia nel costato

Caos in Costiera, nella notte: un carabiniere è finito in ospedale con una grave contusione e un'emorragia al costato. Il militare, durante un controllo, è stato aggredito da un giovane di 21 anni, A.C. le sue iniziali, che, fermato poco prima, è risultato positivo al droga test e portato in caserma. Il fatto è accaduto intorno all'una: i militari dell'Arma, a Tramonti, in costiera amalfitana, hanno fermato l'auto guidata dal 21enne ravellese. A bordo, anche altri tre ragazzi che, nel corso della perquisizione, hanno collaborato. Giunto il turno del guidatore, questi ha iniziato a opporre resistenza ai due carabinieri che hanno chiesto rinforzi alla centrale e poi sono riusciti, non senza difficoltà, a portarlo in caserma ad Amalfi.

L'aggressione
Li', A.C., invece di calmarsi, ha iniziato a offendere e a strattonare i militari dell'Arma, spingendone uno contro lo stipite di una porta. Il carabiniere è poi caduto. Trasportato d'urgenza al presidio ospedaliero di Castiglione di Ravello, al carabiniere è stata diagnosticata un'emorragia nel costato: la prognosi fornita dai medici del pronto è di quindici giorni, ma il rientro in servizio potrebbe slittare anche di un mese.

L'arresto
Il 21enne è stato arrestato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per guida sotto l'effetto di stupefacenti. Nella giornata di oggi, A.C. sarà' processato al tribunale di Salerno, con rito direttissimo.

da salernotoday.it

 

>Osservatorio ASAPS Sbirri Pikkiati 2018
2.646 le aggressioni fisiche  agli agenti sulle strade, più di 7 al giorno, una ogni 3 ore e mezzo
Il 47,8% causate da stranieri, il 28,1% da ubriachi, il 15% con armi proprie o improprie


 

Continua la serie delle aggressioni anche gravi alle forze di polizia. (ASAPS)


Martedì, 28 Maggio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK