Martedì 24 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/09/2004

NOTTE DI FOLLIA SULLA A1 NEI PRESSI DI FIRENZE - CAMIONISTA LITUANO UBRIACO PERCORRE L’AUTOSTRADA PER 16 KM CONTROMANO. FERMATO DAL CORAGGIOSISSIMO INTERVENTO DI DUE CARABINIERI IN TRANSITO, CHE A LORO VOLTA INVERTONO LA MARCIA. LA STRADALE INTANTO BLOCCAVA IL TRAFFICO. ALLARME DELL’ASAPS TROPPI UBRIACHI ALLA GUIDA.

 

NOTTE DI FOLLIA SULLA A1 NEI PRESSI DI FIRENZE.
CAMIONISTA LITUANO UBRIACO PERCORRE L’AUTOSTRADA PER 16 KM CONTROMANO.
FERMATO DAL CORAGGIOSISSIMO INTERVENTO DI DUE CARABINIERI IN TRANSITO, CHE A LORO VOLTA INVERTONO LA MARCIA.
LA STRADALE INTANTO BLOCCAVA IL TRAFFICO.
ALLARME DELL’ASAPS TROPPI UBRIACHI ALLA GUIDA.

Incredibile notte sulla A1 nei pressi di Firenze fra sabato e domenica. Un camionista lituano ubriaco riprende la marcia contromano dall’area di servizio Chianti Nord a Incisa diretto a Roma, percorrendo la carreggiata sbagliata dal km 305 al 321, un percorso di ben 16 Km. Due Carabinieri in transisto sull’autostrada, liberi dal servizio, con un coraggiosissimo intervento, invertono la marcia e inseguono il camionista bloccandolo. Nel frattempo la Polizia Stradale, informata, aveva provveduto a bloccare il traffico nella direzione di marcia del camionista.
L’etilometro della Stradale ha poi emesso il suo verdetto: 2,07 alla prima prova, 1,80 alla seconda prova circa 10 minuti dopo. Il comionista lituano era sotto i fumi dell’alcol ed aveva fatto probabilmente "il pieno" da poco, proprio nell’area di servizio in cui aveva sostato.
Non Ë la prima volta che conducenti ubriachi riprendono la marcia contromano provocando, o sfiorando tragedie.
Questa volta l’angelo custode sotto le vesti dei due Carabinieri (ci piacerebbe conoscere il loro nome) e degli agenti della Polizia Stradale Ë stato molto pronto e ci ha messo del suo per evitare lutti e tragedie.
Il problema alcol, vendita e guida, come sta sottlineando l’ASAPS nella sua campagna con Sicurstrada, si ripropone con toni drammatici.
Alla prossima puntata.



Martedì, 28 Settembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK