Lunedì 17 Giugno 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 09/01/2019

I soldi per la manutenzione delle strade non ci sono, la Provincia abbassa i limiti di velocità

Villa Locatelli sceglie di tutelare la sicurezza degli automobilisti con nuove restrizioni: 30 km/h sulla Bellano-Taceno-Lecco, 50 km/h sulla SP72 da Abbadia fino a Colico
La Strada Provinciale 72 a Varenna

La Provincia di Lecco non ha fondi sufficienti alla manutenzione delle strade di sua competenza: la soluzione adottata dall'ente è dunque la riduzione dei militi di velocità.

Sta facendo discutere, fra la cittadinanza lecchese, il provvedimento adottato da Villa Locatelli con ordinanza (n° 1/2019) firmata dal dirigente Angelo Valsecchi lunedì 7 gennaio.

«A seguito della progressiva riduzione degli investimenti finalizzati alla manutenzione delle strade provinciali e delle infrastrutture - si legge nel testo dell'ordinanza - le pavimentazioni e i dispositivi di contenimento dei veicoli hanno subito un crescente aggravamento delle condizioni di conservazione e funzionalità. A tutela dell'incolumità degli utenti della strada, si ritiene opportuno provvedere alla modifica dei limiti di velocità massima consentita, riducendo le attuali limitazioni a valori più consoni all'effettivo stato di conservazione delle strade e delle relative pertinenze».

Gli automobilisti lecchesi dovranno dunque prestare attenzione sulla Provinciale 62 della Valsassina fra Lecco, Taceno e Bellano, dove in alcuni tratti non si potranno superare i 30 km/h; sulla SP63 per Morterone, sulla SP64 Prealpina orobica, sulla SP72 dove, tra Abbadia e Colico, il nuovo limite sarà di 50 km/h.


Tutti i tratti interessati e i nuovi limiti

da leccotoday.it


Ecco questo non va bene. Non ci sono i soldi per riparare le strade e allora si abbassano i limiti...? Assurdo. Di questo passo dovrete poi chiuderle.  (ASAPS)

Mercoledì, 09 Gennaio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK