Martedì 25 Giugno 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 04/01/2019

Il trasporto merci nella Finanziaria 2019 

Il Parlamento ha approvato in via definitiva la Legge di Bilancio tramite voto di fiducia su un maxi-emendamento che contiene anche alcune misure per il trasporto.

Dopo l'approvazione della Manovra Finanziaria 2019, il ministero dei Trasporti ha diffuso una nota che elenca i provvedimenti per il trasporto. In attesa di analizzare il testo, pubblicato sul supplemento ordinario numero 63 della Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2018, riportiamo i principali provvedimenti messi in evidenza nel comunicato ministeriale, secondo cui "il documento finanziario introduce novità importanti per la città di Genova, dopo il crollo del Ponte Morandi, la progettazione di interventi strategici nel settore idrico, l'incentivazione all'acquisto di auto elettriche, incentivi all'acquisizione dei dispositivi 'salva-bebè' sui seggiolini auto, il miglioramento del Tpl, la proroga di un anno dei bonus per l'edilizia, oltre alle nuove assunzioni previste al Mit per la Guardia Costiera, per le Motorizzazioni e per la neonata Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Ansfisa)".

Per Genova, la Legge stanzia 160 milioni in due anni per l'autotrasporto, come ristoro delle maggiori spese affrontate a seguito del crollo del ponte Morandi ed estende fino al 31 dicembre 2019 le agevolazioni fiscali previste per le imprese della Zona franca urbana di Genova e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Ligure Occidentale riceve 200 milioni in quattro anni. Inoltre, il Decreto affida per il 2019 al Commissario Bucci l'ottimizzazione dei flussi logistici del porto, compresa la progettazione del nuovo centro merci di Alessandria Smistamento.

Il capitolo per le infrastrutture stradali comprende 60 milioni in due anni per riparare le strade di Roma e, sempre per la Capitale, stanzia 15 milioni per acquistare veicoli destinati al ripristino del manto stradale. Altri dieci milioni vanno, in due anni, alla sicurezza degli svincoli delle tangenziali nei capoluoghi di provincia. Per la sicurezza dei ponti sul fiume Po il Decreto stanza 250 milioni di euro, mentre la Regione Lombardia riceve un milione e mezzo per un rapido ripristino del Ponte San Michele, tra Calusco e Paderno D'Adda, e il potenziamento del Tpl di zona.

Un altro provvedimento annunciato e approvato riguarda gli incentivi per l'assunzione di giovani conducenti nell'autotrasporto merci e sgravi per le spese di abilitazione professionale. Nella Motorizzazione Civile saranno assunti entro la fine di quest'anno cinquanta persone. Sempre in tema di assunzioni, la nuova Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Ansfisa) potrà assumere 371 persone (e avrà una dotazione di tre milioni in due anni per il suo funzionamento) e la Guardia Costiera potrà assumere cinquecento persone dal 2020 al 2025.

Nel trasporto ferroviario la Finanziaria 2019 ha stanziato cinque milioni per elettrificare la linea tra Biella e Novara, mentre cento milioni per il 2019 e altri cento per il 2020 andranno alla realizzazione di connessioni ferroviarie in grado di attivare finanziamenti europei, valorizzando soprattutto collegamenti con porti e aeroporti. Per questi ultimi, il Decreto stanzia 25 milioni di euro in due anni per la ristrutturazione e messa in sicurezza dell'aeroporto di Reggio Calabria e nove milioni di euro in tre anni per quello di Crotone.

 

 

da trasportoeuropa.it

Venerdì, 04 Gennaio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK