Domenica 16 Dicembre 2018
area riservata
ASAPS.it su

Auto contromano sulla bretella dell'aeroporto, l'incidente è terrificante

MESTRE - Un incidente stradale ha coinvolto due auto lungo la bretella autostradale che collega l’aeroporto di Venezia a Mestre, nella carreggiata in direzione della Tangenziale di Mestre: due i feriti. Lo scontro, violentissimo, è stato causato da una delle due ato, entrata in contromano sulla bretella dallo svincolo di Dese. L'auto in contromano ha impattato frontalmente un'altra vettura che viaggiava regolarmente in corsia di sorpasso.

>FOTO

I due conducenti sono feriti, uno in modo grave, e sono stati trasferiti in ospedale a Mestre. La carreggiata del Raccordo Marco Polo tra Dese e la Tangenziale è rimasta chiusa per la rimozione dei mezzi incidentati e la pulizia del fondo stradale, interessato da diversi detriti, per quasi due ore, ed è stata riaperta al traffico poco dopo le 18.30. Sul posto operano Polstrada e Vigili del Fuoco, oltre agli ausiliari di CAV. La riapertura del Raccordo in direzione Tangenziale è prevista entro le 19, nel frattempo il traffico rimane deviato verso Campalto. I pompieri intervenuti da Mestre hanno messo in sicurezza i veicoli ed estratto uno dei conducenti, rimasto incastrato nell’abitacolo.

da ilmessaggero.it


Nel 2017 l’Osservatorio sui contromano dell’ASAPS ha registrato 221 episodi, 34 notturni e 187 diurni, 144 su autostrade e superstrade e 77 su strade ordinare. Solo in 62 episodi si sono verificati feriti o morti. In totale sono state 11 le vittime mortali e 114 i feriti.  66 episodi sono stati bloccati in tempo dall’intervento delle forze di polizia.
Nel 13,6% dei casi il conducente era ubriaco o drogato, nel 26,7% era un anziano e nel 9,5% uno straniero. (ASAPS)
Nei primi 9 mesi del 2018 abbiamo registrato 150 episodi significativi (114 su autostrade e superstrade e 36 su strade ordinarie)  che hanno causato 12 morti e 75 feriti. (ASAPS)

Martedì, 04 Dicembre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK