Domenica 16 Dicembre 2018
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 04/12/2018

Muore infilzato dal guardrail, il vano motore dell'auto bucato come burro

ALLEGHE (BELLUNO) - Drammatico incidente ieri sera, poco dopo le 20, lungo la regionale 203 Agordina in località Masarè di Alleghe. Il conducente di una Touran Volkswagen è morto  stamane all'ospedale di Belluno dopo essere stato infilzato ieri sera dal guard rail. La testa della protezione, infatti, ha bucato il vano motore come fosse un panetto di burro, arrivando fino quasi all'addome del conducente per poi uscire dal fianco sinistro dell'auto. L'automobilista Raffaele Arcangelo Agostini, classe 1962, di Colle Santa Lucia, era stato sottoposto a intervento d'urgenza. A bordo non c'erano altre persone.

Sulla dinamica del sinistro stanno indagando i carabinieri, intervenuti per i rilievi di legge. L'intervento più difficile è stato quello dei vigili del fuoco del distaccamento di Agordo intervenuti per estrarre il ferito dall'abitacolo, nel quale era rimasto letteralmente incastrato, schiacciato contro il sedile dalla sbarra in ferro e dal cruscotto piegato. Secondo una prima ricostruzione, che dovrà comunque essere suffragata dai rilievi esatti del sinistro, l'uomo sarebbe stato in viaggio in direzione nord. Ad un tratto avrebbe perso il controllo del veicolo finendo sulla carreggiata opposta dove ha finito per centrare la testa del guard rail, diventata come una lama che ha inforcato il veicolo fino ad arrivare all'autista e quindi uscire dalla fiancata sinistra. Importanti i traumi riporti dal conducente, portato prima all'ospedale di Agordo e quindi, vista la necessità di intervenire chirurgicamente, trasferito a Belluno dove è rimato in sala operatoria fino a tarda sera.

Le condizioni della strada, ieri sera, erano buone. Niente pioggia e niente neve. In ballo c'è l'ipotesi di un eccesso di velocità. Dovrà inoltre essere accertato un eventuale stato di alterazione alcolica, come da prassi in tutti gli incidenti.

da ilmessaggero.it


Incidenti come questo troppo frequenti. (ASAPS)

Martedì, 04 Dicembre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK