Martedì 26 Marzo 2019
area riservata
ASAPS.it su

di Lorenzo Savastano*
La nuova privacy: il trattamento dei dati personali per finalità di polizia

L’approvazione del Regolamento UE n. 679/2016 (cd. GDPR), in vigore dallo scorso 25 maggio 2018, offre lo spunto per approfondire lo stato dell’arte sulla normativa in materia di trattamento dei dati personali, raccolti e processati per finalità di polizia, recentemente novellata dal D.P.R. del 15 gennaio 2018, n. 15. Un settore che, tuttavia, necessita ancora di cruciali aggiornamenti, prospettando nuovi (ed imminenti) adempimenti a carico di tutte le Forze di polizia

1. Nuove luci sulla privacy: la rivoluzione del GDPR
La recente approvazione del Regolamento europeo n. 679/2016, inerente protezione dei dati personali (di seguito, “Regolamento” o “GDPR”, acronimo di General Data Protection Regulation), in vigore in tutti gli Stati membri UE dallo scorso 25 maggio 2018, rilancia – in tutta la sua vastità – il tema del trattamento dei dati personali raccolti da organizzazioni pubbliche o private per finalità di carattere aziendale o di interesse pubblico. Un settore che, superando il previgente modello autorizzatorio, è stato completamente rifondato sul principio della accountability (o, in una traduzione italiana poco felice, della “responsabilizzazione”) del titolare del trattamento e sulla flessibilizzazione delle procedure al fine di garantire la massima tutela possibile dei soggetti interessati (si tratta, del concetto di privacy by design). Su tale sfondo, nel presente contributo si analizzeranno le specifiche disposizioni regolanti lo specifico settore di polizia, novellato – come vedremo – sulla scia dei lavori preparatori del GDPR...

>LEGGI L'ARTICOLO

da il Centauro n. 215


Ecco per i nostri soci un articolo di Lorenzo Savastano Capitano della Guardia di Finanza, su un tema di grande attualità che gli operatori di polizia devono assolutamente conoscere. (ASAPS)

 

Mercoledì, 31 Ottobre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK