Sabato 05 Dicembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 25/10/2018

Auto aziendali. Le alternative al diesel

In vista del conclamato addio alla propulsione diesel, i soggetti interessati devono iniziare a ripensare le proprie flotte aziendali.
 
Le limitazioni del traffico, in generale, diventeranno sempre più stringenti, a far data dall'anno 2025. Gli aumenti previsti per il prezzo del gasolio che per il futuro, potrebbero allinearsi a quello della benzina, le aziende con flotte aziendali devono iniziare a valutare possibili alternative, soprattutto se si trovano nella situazione di comprare nuovi veicoli per ampliare la flotta o sostituire vetture.
 
GPL  E  METANO
 
Tra le alternative possibili al diesel, oltre la benzina, anch'essa inquinante e soggetta a blocchi del traffico, oltre a non essere competitiva sotto il profilo dei consumi, può considerarsi utile o l'acquisto o la trasformazione di un'auto a gas (GPL o METANO). Anche qui però, con alcuni casi limite di accesso ad alcuni centro città, come già effettuato, in alcune Regioni.
 
AUTO IBRIDE

L'alternativa più valida e indiscutibilmente probabile, sarà l'acquisto e/o la locazione di un'auto ibrida. Qui, le difficoltà sono rappresentate dal prezzo di acquisto più elevato ovvero, prezzo di locazione generalmente più alto nonché, consumi mediamente più alti, per viaggi in autostrada.
 
AUTO ELETTRICHE

L'auto elettrica, si sta diffondendo sempre più largamente, anche come scelta di acquisto da parte dei fleet manager (analisti  con supervisione in ambito aziendale). Il limite al ricorso a tali autovetture, è il prezzo quasi proibitivo e la poca disponibilità di colonnine di ricarica.
 
Una buona alternativa, nel caso non si percorrano molti chilometri all'anno ( cinquemila circa), è il car sharing.
Molto diffuso, inoltre, da parte delle aziende e dei professionisti, il ricorso al noleggio a lungo termine il quale consente di avere a disposizione veicoli che consentono di circolare, praticamente, in ogni situazione.
 
Questo,  il quadro generale per il prossimo futuro.
 
 
 
R.G.

Giovedì, 25 Ottobre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK