Domenica 27 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

di Raffaele Chianca*
I documenti di identità e quelli di viaggio,
due facce della stessa medaglia

Da sempre si discute sulla natura giuridica di alcuni documenti, spesso facendo confusione tra due diverse categorie ossia i documenti “di identità” e quelli “di viaggio”.
Rammento che poca chiarezza c’è stata anche da parte del legislatore italiano, quando nell’anno 2005 nel formulare la nuova ipotesi di cui all’art. 495 bis, ha suscitato una certa confusione.

Il problema riguardava e riguarda in particolare la dizione “documenti di identificazione falsi“ indicata sia nell’ art. 381 del C.P.P. che in rubrica dell’art. 497 bis C.P., diversa dalle fattispecie delittuose contenute nello stesso articolo, dove la locuzione cambia in “documenti falsi validi per l’espatrio”.
L’articolo 495 bis, va ricordato, viene inserito dall'art. 10, comma 4, D.L. 27.07.2005, n. 144, convertito, con modificazioni, in L. 31.07.2005, n. 155...

>LEGGI L'ARTICOLO

da il Centauro n. 214

 

Martedì, 16 Ottobre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK