Domenica 29 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 07/08/2018

Schianto tra furgone e Tir: 12 morti nel foggiano, sono braccianti

Ci sono 12 morti in un'altra tragedia sulla strada che si è verificata nel foggiano a Ripalta di Lesina. Sono tutti lavoratori migranti che viaggiavano su un furgone che si è scontrato con un tir. Tre i feriti.


LEGGI ANCHE Furgone contro un tir carico di pomodori: quattro braccianti morti e 5 feriti


A bordo del furgone c'era un numero imprecisato di braccianti agricoli extracomunitari, di etnia africana che si è scontrato con un camion carico di pomodori. Una analogia incredibile con l'incidente che è capitato sabato pomeriggio sempre nel foggiano ad Ascoli Satriano. Sono ancora in corso le operazioni da parte dei vigili del fuoco. ​

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e numerose autoambulanze. Il violento impatto è avvenuto tra un furgone con targa bulgara carico di uomini di nazionalità africana, braccianti agricoli che tornavano dal lavoro nei campi, e un tir. ​

I carabinieri hanno confermato che le vittime sono tutti extracomunitari di ritorno dal lavoro nelle campagne, dove avevano raccolto pomodori. Le vittime viaggiavano, insieme ad altre tre persone, rimaste ferite.

L'incidente fa registrare le stesse modalità e le stesse circostanze dello scontro avvenuto sabato scorso sulla strada provinciale 105 tra Ascoli Satriano e Castelluccio dei Sauri in cui hanno perso la vita quattro braccianti agricoli extracomunitari ed altri quattro sono rimasti feriti. Il violento impatto è avvenuto sulla statale 16, al bivio per Ripalta, vicino Lesina e ai confini con Termoli. I tre feriti sono stati ricoverati nell'ospedale di San Severo. Al momento non si conoscono le loro condizioni.


da ilmessaggero.it

 


Un’altra tragedia di enorme portata. Altri 12 poveri emigranti morti in modo orribile. La vergogna di questi nuovi (C NCC)  Caporali con Noleggio con conducente, ma con forme di trasporto che neanche gli animali. Una vergogna abissale! Non solo sfruttati ma anche trattati in modo non umano anche nel trasporto. Sono 16 morti in 3 giorni. E’ ora che lo Stato smetta di far finta di non vedere. (ASAPS)

Martedì, 07 Agosto 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK