Martedì 22 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 05/07/2018

Sicurezza, via a sperimentazione Taser per forze ordine

Sarà usato inizialmente a Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi

È stato firmato oggi il decreto che dà il via alla sperimentazione del Taser, la pistola elettrica che sarà data in dotazione alle forze dell'ordine. Sarà usato inizialmente in 11 città: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. "E' un'arma di dissuasione non letale - ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini - ed il suo utilizzo è un importante deterrente soprattutto per gli operatori della sicurezza che pattugliano le strade e possono trovarsi in situazioni border line".

La sperimentazione, informa il Viminale, sarà affidata alla Polizia di Stato, all'Arma dei carabinieri e alla Guardia di finanza. Trenta i dispositivi da acquistare, per ora. La fase sperimentale seguirà un disciplinare che un apposito gruppo interforze sta mettendo a punto e sulla base del quale saranno formati le donne e gli uomini delle forze dell'ordine coinvolti nella prima fase di utilizzo. E' una misura di deterrenza, ha spiegato Salvini, che "può risultare più efficace e soprattutto può ridurre i rischi per l'incolumità personale degli agenti. Credo che la pistola elettrica sia un valido supporto, come dimostra l'esperienza di molti paesi avanzati, tra cui gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Francia e la Svizzera". Il Taser è in dotazione alle forze di polizia di circa 107 Paesi, tra cui Canada, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Kenya e in Europa in Finlandia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Grecia e Regno Unito.

da ansa.it

>FORTE INCREMENTO NELLE AGGRESSIONI ALLE DIVISE SU STRADA
GLI “SBIRRI” SONO SEMPRE PIU’ PIKKIATI PER CONTROLLI SU STRADA
Nel 2017 l’Osservatorio ASAPS ha registrato 2.695 episodi con un incremento del  21,8% rispetto alle 2.213 violenze fisiche dell’anno precedente. Un referto ogni 3 ore! Il 27% degli aggressori è ubriaco, il 45,7% degli attacchi da stranieri. Nel 16,6% dei casi usate armi proprie o improprie


Speriamo si rivelino efficaci, nel contrastare la violenza verso le divise, visto che nel 2017 l’Osservatorio ASAPS ha registrato 2.695 episodi di aggressioni fisiche di agenti e carabinieri durante i controlli su strada e del territorio con un incremento del  21,8% rispetto alle 2.213 violenze fisiche dell’anno precedente. Un referto ogni 3 ore! Il 27% degli aggressori è ubriaco, il 45,7% degli attacchi da stranieri. Nel 16,6% dei casi usate armi proprie o improprie. (ASAPS)

Giovedì, 05 Luglio 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK