Domenica 17 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 04/06/2018

Un primo fine settimana di giugno tragico per i motociclisti: sono almeno 15 i morti fra i bikers
Mentre il pilota Michele Pirro al GP del Mugello vola in un incidente a 350 km/h senza farsi molto male, sulle strade a velocità molto inferiori è un massacro

L’Aprilia distrutta dopo il tremendo impatto con la Fiat Panda avvenuto sulla via Emilia (foto Migliorini) - foto da ilrestodelcarlino.it

(ASAPS) Un altro fine settimana tragico per i motociclisti sulle strade italiane. Nei soli due giorni del primo fine settimana di giugno sono almeno 15 i motociclisti che hanno perso la vita in incidenti stradali.
Proprio nel week end del Moto GP del Mugello, mentre Michele Pirro è caduto a 350 km/h senza farsi molto male, si segnala una sequela interminabile di luttuosi sinistri fra i motocilisti sulle strade a dimostrazione che il posto più sicuro al mondo per chi vuole provare l’emozione della velocità è la pista. Perché ci corrono i migliori, i mezzi, specie le auto, sono superprotetti, i mezzi di soccorso arrivano in 20 secondi e non in 20 minuti. Ma soprattutto in pista ci sono le regole!! Se bruci il semaforo alla partenza ti becchi almeno 10 secondi di penalizzazione e sei fuori gara, lo stesso se entri ai box a velocità elevata. Se viene esposta la bandierina gialla non puoi sorpassare, se viene esposta quella blu devi farti sorpassare... Avete poi mai visto un pilota che prima della gara beve alcolici?? Inoltre in pista non viene mai nessuno in senso contrario ed è un bel vantaggio. (ASAPS)
 

>Leggi qui il report con gli incidenti più gravi che hanno coinvolto motociclisti sabato e domenica scorsi.

 


Un fine settimana disastroso per i motociclisti. Proprio nel week end del Moto GP del Mugello, mentre Michele Pirro è caduto a 350 km/h senza farsi molto male, si segnala una sequela interminabile di luttuosi sinistri fra i motocilisti sulle strade a dimostrazione che il posto più sicuro al mondo per chi vuole provare l’emozione della velocità è la pista. Non ce ne sono altri. (ASAPS)

Lunedì, 04 Giugno 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK