Lunedì 20 Agosto 2018
area riservata
ASAPS.it su

Limiti di velocità, gli automobilisti di mezz’età sono i peggiori al volante

Le persone fra i 41 e i 60 anni hanno l'acceleratore facile, soprattutto se guidano una vettura Audi e sono scozzesi

 

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non sono i giovani ad avere l'acceleratore facile, bensì le persone di mezza età, soprattutto quelle alla guida di vetture Audi di fascia alta e magari scozzesi. O almeno questo è quanto sostiene un sondaggio condotto dall'azienda Smartdriverclub su 6.000 britannici fra i 17 e gli 80 anni: alla luce dei risultati, è infatti emerso che gli automobilisti fra i 41 e i 60 anni sono quelli che hanno maggiori probabilità di superare i limiti di velocità, visto che lo fanno per il 6,6% del tempo che passano al volante, subito seguiti dagli over 65 col 6,5%, mentre i giovani fra i 17 e i 25 anni sono al terzo posto col 6,2% di rischio di infrazione e i 26-40enni chiudono col 6,1%.

 

Tensioni lavorative

L'indagine ha poi preso in esame anche i diversi modelli di auto, per capire quali siano quelle che spingono ad andare più a tavoletta, a dispetto dei divieti in vigore: in questo caso sulla lavagna dei cattivi sono finiti gli automobilisti alla guida di vetture Audi di fascia elevata, che infrangono i limiti l'8,7% delle volte (ovvero, più del doppio dei virtuosi al volante delle Suzuki col 4,2%) e precedono i possessori di BMW (8,3%) e Jaguar (8%), mentre chi preferisce Land Rover e Mercedes si attesta – rispettivamente - sul 7,8 e 7,7%. A livello regionale, invece, i velocisti più incalliti sono gli scozzesi, che superano i limiti il 7,6% delle volte che guidano un'auto. «La nostra inchiesta dimostra che l'esperienza non è sempre sinonimo di guida sicura – spiega Penny Searles, boss dell'azienda Smartdriverclub, al Daily Mail – e che gli automobilisti di oltre 40 anni presentano quella classica combinazione di tensioni lavorative e responsabilità domestiche che può spingerli ad avere il piede più pesante quando sono al volante».

 

di Simona Marchetti
da motori.corriere.it
 
 
Venerdì, 01 Giugno 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK