Giovedì 14 Novembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

La gita scolastica non parte: autista ubriaco alle 8 di mattina

La polizia ha bloccato l'autista di un pullman che stava partendo verso Genova per una gita scolastica: l'uomo era ubriaco e la Stradale gli ha ritirato la carta di qualificazione. Il codice impone ai conducenti di avere un tasso alcolico pari a zero

 

Quando una pattuglia della polizia stradale gli ha fatto il test del palloncino, non poteva credere di avere probabilmente salvato la vita a diverse decine di ragazzi.

Un autista ubriaco, che avrebbe dovuto accompagnare 80 alunni della scuola primaria di Turano Lodigiano in gita scolastica a Genova, è stato fermato dalla Stradale per essere risultato positivo al test dell'etilometro. Nel suo sangue, gli agenti hanno riscontrato un tasso di 1,79 grammi di alcol per litri di sangue, più del triplo dello 0,5 ammesso dalla legge.

Erano le 8 di mattina e da Turano Lodigiano, cittadina di poco più di 1.500 abitanti in provincia di Lodi, stava partendo uno dei tanti pullman che portano gli studenti italiani in gita scolastica. 80 bambini della scuola elementare di Turano avevano già preso il posto sull'autobus e il loro pensiero era già rivolto alla giornata che avrebbero trascorso a Genova.

Tuttavia, poco prima della partenza, l'autista del pullman è stato sottoposto a un controllo a sorpresa della polizia stradale, che gli ha fatto fare il test dell'etilometro. Come detto, l'uomo era ubriaco. La pattuglia della Stradale gli ha ritirato la carta di qualificazione, che sarà revocata. La società di autonoleggio della provincia di piacenza, da cui il pullman era arrivato, ha poi mandato un altro autista, risultato idoneo, e il bus è finalmente partito in direzione Genova con un'ora e mezza di ritardo sulla tabella di marcia.

La vicenda ha sconvolto la piccola comunità di Turano Lodigiano, che si è chiesta come sia possibile che una società di autonoleggio non effettui dei controlli per accertare il buono stato psicofisico dei propri autisti. In base al codice, i conducenti professionali devono avere un tasso alcolico nel sangue pari a zero, a differenza di chi guida normalmente l'auto.

da ilgiornale.it


 

 

Ma ci rendiamo conto??
La vicenda ha sconvolto la piccola comunità di Turano Lodigiano, che si è chiesta come sia possibile che una società di autonoleggio non effettui dei controlli per accertare il buono stato psicofisico dei propri autisti. Ce lo chiediamo anche noi. (ASAPS)
 

Mercoledì, 30 Maggio 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK