Domenica 08 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 17/05/2018

Due agenti della Polizia Stradale di Senigallia sono gli “eroi della sicurezza”: salvarono un uomo dopo un grave incidente sulla A14

Pur sapendo che il mezzo trasportava materiale radioattivo, i due operatori sono intervenuti liberando dalle lamiere un 50enne poi affidato al 118
L'incidente in A14 tra Senigallia a Montemarciano

SENIGALLIA – Due agenti della Polizia Stradale del distaccamento cittadino sono gli “eroi della sicurezza”. Così infatti si intitola il premio concesso dalla Società Autostrade per l’Italia e che verrà assegnato il prossimo 17 maggio in occasione della partenza della tappa ciclistica del 101° Giro Ciclistico d’Italia.

Si tratta di un riconoscimento – giunto alla 7a edizione – che vuole premiare l’attività dei due operatori della Polizia Stradale, il sovrintendente Eugenio Angelini e l’assistente capo Andrea Bucciarelli. Nell’ottobre scorso, la loro tempestività nell’agire e la loro competenza hanno permesso di salvare la vita a un conducente vittima di un gravissimo incidente stradale lungo l’autostrada A14, nel comune di Montemarciano.

Nella mattinata del 30 ottobre 2017, alcune centinaia di metri prima di un altro incidente che aveva causato un morto, un 50enne era rimasto incastrato nell’abitacolo di un autocarro che trasportava materiale radioattivo dopo il tamponamento con un autoarticolato. Senza paura i due operatori della Polizia Stradale sono intervenuti per sbloccare la portiera del mezzo, facendo spostare con tutte le cautele del caso il mezzo tamponato e liberando così l’uomo privo di conoscenza, ricoperto di sangue e con il torace incastrato a ridosso del volante.

Solo in seguito si è poi appurato che non vi fu dispersione di alcun materiale, né contaminazione dell’ambiente.

da centropagina.it


Alla partenza di oggi del Giro d’Italia a Osimo.
Si tratta di un riconoscimento – giunto alla 7a edizione – che vuole premiare l’attività dei due operatori della Polizia Stradale, il sovrintendente Eugenio Angelini e l’assistente capo Andrea Bucciarelli. Nell’ottobre scorso, la loro tempestività nell’agire e la loro competenza  (pur sapendo che il mezzo trasportava materiale radioattivo)  hanno permesso di salvare la vita a un conducente vittima di un gravissimo incidente stradale lungo l’autostrada A14. (ASAPS)
 

Giovedì, 17 Maggio 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK