Venerdì 16 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 22/11/2004

LA CRONCA DEL GRAVISSIMO INCIDENTE SULLA A1 CON 4 MORTI E 2 FERITI GRAVI - omenica di sangue su strade ed autostrade reggiane. La velocità la causa principale dei gravi eventi

LA CRONCA DEL GRAVISSIMO INCIDENTE SULLA A1 CON 4 MORTI E 2 FERITI GRAVI
Domenica di sangue su strade ed autostrade reggiane.
La velocità la causa principale dei gravi eventi

Un terribile schianto fra due auto, che si è verificato sul tratto autostradale dell’A/1 compreso tra le province di Reggio Emilia e Modena, ha provocato nella giornata di ieri quattro morti e due feriti di cui uno in gravissime condizioni. E’ questo il triste e drammatico bilancio di una domenica pomeriggio che non aveva destato preoccupazioni, ma sono bastati pochi istanti per fare succedere un putiferio.

Marito e moglie di Macerata e un ragazzo che li accompagnava, di ritorno da una visita alla figlia che lavora a Reggio Emilia, poco dopo avere imboccato l’autostrada in direzione di Bologna, si sono scontrati lateralmente con una seconda autovettura dove a bordo si trovavano due donne e un ragazzo di Sasso Marconi. L’urto, violentissimo, ha visto rimbalzare sull’asfalto entrambe le autovetture, che si sono poi accartocciate assieme sul guard-rail destro, a ridosso di un muretto di contenimento in cemento.
Immediati sono stati i soccorsi, che hanno visto impegnati ben quindici Vigili del Fuoco accorsi da Reggio Emilia e che hanno lavorato ininterrottamente per oltre tre ore. Le operazioni di soccorso sono state così difficoltose da rendere necessario l’abbattimento del muro di cemento e persino l’arrivo di due elicotteri, il primo del 118 di Parma ed il secondo del soccorso alpino di Pavullo, nell’Appennino modenese.
Numerose anche le pattuglie della Polstrada di Reggio Emilia e del distaccamento di Modena Nord (che ha proceduto ai rilievi) accorse sul posto dell’incidente: gli operatori hanno infatti dovuto bloccare la carreggiata sud dell’Autosole per consentire lo svolgimento dei soccorsi ed il traffico diretto a sud è stato fatto uscire al casello di Reggio Emilia.
Alla fine il bilancio è risultato gravissimo: quattro persone decedute rispettivamente di 50, 52 e 17 anni. Il ragazzo che viaggiava con la coppia di Macerata, 24 anni, è ricoverato in prognosi riservata al Policlinico di Modena, mentre la moglie del conducente della stessa vettura, 50 anni, è miracolosamente uscita illesa ma rimasta sotto shock.
Sempre durante le mattinata di domenica, pochi chilometri prima, era avvenuto un altro grave incidente stradale che aveva visto coinvolte tre persone di nazionalità tedesca. Dopo essere uscita dalla carreggiata, la vettura sulla quale viaggiavano i tre si è andata a schiantare contro una costruzione di un dell’Alta velocità e si sono rese necessarie ingenti forze per prestare soccorso agli infortunati. Il conducente e uno dei passeggeri che sono rimasti incastrati fra le lamiere sono stati ricoverati all’ospedale di Parma, mentre l’altro passeggero versa in condizioni critiche ed è stato trasportato all’ospedale Maggiore di Bologna.
Benché siano ancora in corso gli accertamenti per stabilire l’esatta dinamica dei sinistri, pare che all’origine di entrambi vi sia stata anche la forte velocità di alcuni dei veicoli coinvolti, così come per lo stesso motivo, sempre nelle prime ore di domenica, un giovane di 32 anni è deceduto dopo essere fuoriuscito dalla strada lungo una provinciale reggiana poco lontano dall’autostrada. Erano anni che non si ricordava una domenica così intrisa di sangue su strade ed autostrade reggiane in una sola volta





Lunedì, 22 Novembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK