Sabato 23 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 22/11/2004

IL BOLLETTINO DELLA PIRATERIA STRADALE: FINE SETTIMANA DI SANGUE SULLE STRADE DELLA PENISOLA, BATTUTA DAI CRIMINALI SENZA NOME DEL VOLANTE.

IL BOLLETTINO DELLA PIRATERIA STRADALE: FINE SETTIMANA DI SANGUE SULLE STRADE DELLA PENISOLA, BATTUTA DAI CRIMINALI SENZA NOME DEL VOLANTE.

(ASAPS) – È a Roma, nella capitale, che i pirati della strada hanno colpito più duro. Qui, un motociclista di appena 18 anni è stato speronato e ucciso a Roma da un’auto, il cui conducente si è immediatamente dato alla fuga. Il sanguinoso episodio ha avuto come scenario – sabato sera – Largo Lanciani, dove il centauro è stato falciato da un veicolo che non ha rispettato una precedenza. Il ragazzo è rimasto vigile per alcuni minuti, in attesa dei soccorsi, e poi è spirato: troppo gravi le lesioni interne riportate nell’impatto. Il destino poi si è accanito sulla famiglia: la madre della vittima si è trovata a passare per caso da luogo dell’incidente, dove ha visto la moto distrutta del figlio: è scesa dalla propria auto e quando ha visto il giovane senza vita è stata colpita da un malore. Secondo le prime indiscrezioni, gli inquirenti sarebbero già sulle tracce del pirata, grazie alla testimonianza di una persona che ha assistito all’evento. A Lecco, invece, un altro giovane motociclista investito da un’auto pirata, si trova in condizioni disperate al reparto di Rianimazione dell’ospedale di Merate. Poco dopo la mezzanotte di sabato, il 26enne stava attraversando, con il verde, un semaforo all’altezza del centro abitato di Robbiate, quando un’auto ha centrato in pieno la Suzuki DJebel che stava guidando, travolgendolo e fuggendo subito dopo. Alessandro Volpe, questo il nome della vittima, è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118 e trasportato al presidio ospedaliero, dove è stato subito operato per l’asportazione della milza e del rene sinistro, e dove gli sono state ricomposte gravi fratture alle gambe. La Polizia Stradale di Lecco, che è intervenuta sul posto, ha raccolto indizi sufficienti a individuare il tipo ed il colore del veicolo pirata, una Volkswagen di colore scuro. Sarebbero state acquisite anche riprese di alcune telecamere di sicurezza. Meno grave, ma altrettanto significativo, un altro episodio occorso nella zona di Merate, dove in una strada secondaria di Casatenovo, due auto si sono scontrate: la prontezza dei riflessi di uno ei due conducenti – che ha sterzato all’ultimo momento – ha limitato i danni, ma l’impatto è stato comunque violentissimo. L’auto che aveva invaso la corsia opposta, però, si è immediatamente dato alla fuga, nonostante i danni ingenti riportati nello scontro e continuando a sbandare vistosamente. Un automobilista che aveva assistito alla scena ha invertito la marcia ed ha inseguito il pirata, riuscendo a bloccarlo: era ubriaco fradicio e per calmarlo è stato necessario l’intervento dei Carabinieri, che lo hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza e per omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con feriti. (ASAPS).





Lunedì, 22 Novembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK