Domenica 20 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Corte di Cassazione 27/02/2018

Se la buca stradale è prevedibile, magari perchè l'utente conosce la strada,oppure perchè è segnalata, questi non può invocare il risarcimento del danno per insidia stradale

(Cass. civ., sez. VI, 30.01.2018, n. 2298)

>LEGGI LA SENTENZA

 



Ah quindi se le buche sono prevedibili (ormai ovunque) non si può invocare il risarcimento del danno. Allora vista la  pericolosità di certe strade,  numerosi tratti andrebbero chiusi! Ma se si chiudessero tutti i tratti causa pericolo assoluto per densità delle buche, si bloccherebbe l’Italia. Allora che l’automobilista vada a suo rischio e si paghi i danni. Veramente sconfortante in un Paese con strade gruviera.  (ASAPS)

Martedì, 27 Febbraio 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK