Giovedì 28 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 24/11/2004

da "www.Merateonline.it" - La dott.ssa Elena Natale alla guida della Stradale di Lecco dopo C.O.A. e ... TG5

da "www.Merateonline.it"

La dott.ssa Elena Natale alla guida della Stradale di Lecco dopo C.O.A. e ... TG5

Ha preso ufficialmente servizio questa mattina, presso gli uffici della Questura di Lecco, il nuovo comandante della Polizia Stradale, la dottoressa Elena Natale. In contemporanea con la sede di Bergamo dove si è svolta un’analoga “cerimonia” di presentazione con la stampa per la dottoressa Barbara Barra, il questore di Lecco dr. Matteo Turillo ha introdotto il nuovo elemento del suo organico, che sarà chiamato a vegliare sulla sicurezza e sulla incolumità delle strade lecchesi.
La dottoressa Elena Natale
35 anni, figlia d’arte (il papà neo pensionato era stato questore a Verona e Livorno), la dottoressa Natale proviene dal compartimento della Polizia Stradale della Regione Lombardia, dove ha operato negli ultimi quattro anni. Parole di elogio le sono state rivolte dal dottor Turillo che, negli anni passati a Milano, aveva già avuto modo di conoscerla e ammirarne lo spirito di dedizione e professionalità. “La dottoressa Natale ha ben operato tanto da meritare attenzione e premio da parte del Ministero. Ebbi modo di conoscerla ed apprezzarne le capacità durante il mio servizio, anni fa, a Milano. Quello di oggi è stato un bel rientro e un bel rincontro. Le problematiche della Stradale sono molto impegnative. Da oggi la dottoressa Natale sarà chiamata a decidere autonomamente e ad impartire indirizzi al personale a lei sottoposto. Siamo soddisfatti e felici di questa assegnazione”.
Da sinistra la dottoressa Angela Spada, Capo di Gabinetto,
il questore Matteo Turillo e il nuovo comandante della Stradale, dottoressa Elena Natal
e

Nonostante appena 35enne, il nuovo capo della Stradale di Lecco ha già alle spalle un curriculum di tutto rispetto, che le sarà di aiuto per l’impegnativo incarico appena assunto. Ai suoi “ordini” ci sarà, infatti, un organico di 60 uomini, comprendente la sede di Lecco e la sottosezione di Bellano che, ogni giorno, devono operare sui quattro quadranti del territorio e assicurare la presenza costante lungo la principale arteria lecchese, la SS 36 appunto. “Per quattro anni ho operato a Milano presso il compartimento della Polizia Stradale di sezione, districandomi tra la strada e l’ufficio. Ho sostituito per sei mesi il dirigente del COA (Centro Operativo Autostradale), che ha il compito di coordinare ben quaranta pattuglie. Questa esperienza molto vasta ed impegnativa mi sarà certamente d’aiuto per il nuovo incarico qui a Lecco, città che ho sempre visitato come turista e dove ora ho l’onore di poter lavorare. Ho intenzione di proseguire l’ottimo lavoro della dottoressa Barra, mio predecessore, tenendo sempre dinnanzi a me l’obiettivo della Polizia Stradale che è quello di garantire sicurezza ai cittadini in transito sulle strade per arrivare al fine ultimo che è quello della salvaguardia e della promozione della vita umana”.

Originaria di Napoli, sempre con la valigia in mano, per via del lavoro del papà Vincenzo, si è laureata a Pavia in giurisprudenza e ha poi frequentato l’istituto superiore di Polizia. Fino a qualche mese fa era uno dei volti interpellati dal TG5 per le notizie sulla viabilità tanto che, pochi giorni fa, in diretta TV Andrea Pamparana ha portato i saluti ufficiali alla dottoressa Natale in “partenza” per Lecco. Stimata per il suo equilibrio, il nuovo comandante della Stradale ha chiesto ai suoi uomini di usare logica e ragionevelozza. “Dico sempre ai miei uomini di usare la logica e di non essere dei giustizieri. Bisogna imparare a valutare caso per caso, usando i poteri che ci sono dati non solo per reprimere ma anche per reprimere. Il nostro compito è quello di dialogare con il cittadino e fargli comprendere il senso dei nostri interventi, anche quelli più spiacevoli”.


S.V.





Mercoledì, 24 Novembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK