Martedì 02 Marzo 2021
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 29/01/2018

Milano, preso il pirata della strada che ha ucciso un anziano sulle strisce in via Michelino da Besozzo

È un geometra 45enne incensurato, con patente sospesa e senza assicurazione. Un agente della polizia stradale di piazza Prealpi era riuscito a prendere la targa del Suv. Ha rifiutato l’alcol test, dal prelievo ematico coattivo è risultato che aveva bevuto

È stato arrestato dalla Polizia Locale di Milano il pirata della strada che sabato sera, verso le 20, nel capoluogo lombardo, ha travolto e ucciso con la sua auto, senza fermarsi per prestare soccorso, un anziano, Sandro Orlandi, di 88 anni, in via Michelino da Besozzo. L’auto ha ucciso l’anziano sbalzandolo per 22 metri sulla strada. L’arrestato, A.G., milanese di 45 anni, geometra e incensurato, guidava a forte velocità con la patente sospesa e senza assicurazione. Si è rifiutato di sottoporsi al alcol test, quindi è stato denunciato ed è stato disposto per lui un prelievo ematico coattivo. Dagli esami preliminari è emerso che aveva un tasso di alcol nel sangue superiore ai limiti consentiti per la guida.

>FOTO

>VIDEO - Anziano ucciso da pirata della strada, parla un amico: «Si deve vergognare»

La targa
L’incidente è avvenuto a pochi metri dalla sede della polizia stradale di pizza Prealpi, i cui agenti sono stati i primi a tentare di soccorrere l’anziano. Dopo aver travolto l’uomo, il pirata della strada nella fuga è andato a sbattere contro due veicoli fermi. Un agente della polizia stradale è riuscito a prendere la targa del veicolo e poi le indagini della Locale hanno portato all’arresto per omicidio stradale. Il 45enen è stato rintracciato dagli agenti nella sua casa, dove è stata trovata anche l’auto (una Bmw serie 3), poche ore dopo l’investimento. L’arrestato ha negato ogni responsabilità.

da corriere.it


VIVA LA LEGGE SULL’OMICIDIO STRADALE!!
Questo signore geometra italiano 45 anni, viaggiava a forte velocità con la patente sospesa e senza assicurazione! Aveva anche rifiutato l’alcol test fatto eseguire dal magistrato coattivamente! Un agente della Stradale aveva rilevato la targa. La Polizia Locale lo ha portato a S. Vittore in manette. Ma dove credeva di andare.
Senza la legge sull’Omicidio stradale non ci sarebbe finito subito in galera e nessun prelievo coattivo. Ora il conto da pagare sarà pesante!
Viva la legge n.41/2016! (ASAPS)

Lunedì, 29 Gennaio 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK