Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 02/12/2004

Treviso - Otto le vittime dell’ultimo mese. Quest’anno sarebbero 41 in meno. Più decessi su due ruote

da "Il Gazzettino Online"
Otto le vittime dell’ultimo mese. Quest’anno sarebbero 41 in meno. Più decessi su due ruote
Secondo l’Istat i morti sulle strade della Marca sono in preoccupante crescita. Per la Provincia, invece, sono in confortante calo. Dato per scontato che i numero delle vittime degli incidenti stradali dovrebbe essere "scientifico", allora cosa sta succedendo? Chi ha ragione? Le domande le ha poste Sandro Vedovi segretario generale di Sicurstrada anche per l’Asaps (Associazione sostenitori polizia stradale). Che lancia pure un appello: "Sicuramente i dati dell’Osservatorio sull’incidentalità della Provincia sono credibili, perché allora la stessa Provincia non si interfaccia con l’Istat visto che poi i dati Istat, per legge, sono quelli che diventano di riferimento e condizionano le scelte politiche?". I morti nella Marca sono stati nel 2001 139 per l’Istat e 158 per la Provincia; nel 2002 127 contro i 161; nel 2003 137 contro i 148. Non solo: per l’Istat fra il 2002 ed il 2003 i morti sono stati 10 in più, mentre per la Provincia sono 13 in meno. Discrepanze non da poco. Lo "scandalo" ha fatto rumore al Salone internazionale della sicurezza stradale di Rimini quando Istat ed Aci hanno presentato i dati relativi all’incidentalità stradale del 2003. Così mentre in Italia si sono registrati -5,9\% degli incidenti, -10,7\% dei morti e - 6,6\% dei feriti, nella Marca i morti sarebbero stati 10 in più rispetto al 2002, con un incremento del 7,8\%, in assoluta controtendenza rispetto al dato nazionale.
Il presidente Luca Zaia non ha dubbi: "I dati del nostro Ufficio Studi li posso garantire. Sono il frutto di un lavoro quotidiano, scientifico, di raccolta e analisi utilizzando le informazioni delle forze dell’ordine e le notizie della stampa. L’Istat, d’altro canto, non è nuovo ad infortuni clamorosi".
Proprio ieri la Provincia ha ufficializzato i dati di novembre: sono 8 le vittime della strada, 5 degli incidenti sono avvenuti tra sabato e domenica. Dall’inizio dell’anno i morti sono 101, 41 in meno (29\%) del 2003. Rispetto al novembre 2003 si sono avuti 4 decessi in meno (era il dato più basso degli ultimi anni). Negli ultimi 4 mesi si sono verificati il 48\% di decessi stradali in meno rispetto agli stessi mesi dell’anno scorso (28 e 49).
Un dato allarmante: nel 2004 il 36\% dei decessi ha riguardato mezzi su due ruote: 16\% motociclette, 10\% ciclomotori (la metà delle vittime aveva un’età compresa tra i 14 ed i 18 anni) e 10\% biciclette.
S.Z.
Giovedì, 02 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK