Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 03/12/2004

da "L’Unione Sarda" - Sulla Carlo Felice alle porte di Sassari e sulla Sulcitana: saranno attive 24 ore su 24 Due telecamere contro i sorpassi vietati.

da "L’Unione Sarda"

Sulla Carlo Felice alle porte di Sassari e sulla Sulcitana: saranno attive 24 ore su 24
Due telecamere contro i sorpassi vietati.

Sbarcano anche in Sardegna i sorpassometri, le telecamere fisse contro i sorpassi vietati e la circolazione sulle corsie d’emergenza. I primi tredici sono stati collocati dalla polizia stradale su altrettante arterie di grande traffico della penisola, ma tra i sedici che stanno per aggiungersi due sono destinati alle strade dell’Isola.

Una telecamera sarà collocata al chilometro 214,9 della Carlo Felice, all’altezza della borgata di Li Punti, centro abitato sempre più popoloso alle porte di Sassari. L’altra troverà posto invece al chilometro 9 della statale 195 Sulcitana, resa pericolosa dalla mole di veicoli che si spostano tra Cagliari e la zona di Capoterra. Le telecamere, attive 24 ore su 24, rendono praticamente automatiche le sanzioni per chi sorpassa dove non è consentito e per chi occupa la corsia di emergenza senza averne diritto. Le immagini dei sorpassometri, infatti, vengono registrate direttamente dal Ceps (Centro elettronico della polizia di Stato) di Settebagni, vicino a Roma. Da lì i filmati vengono girati al reparto della polizia stradale competente per territorio. Le sanzioni previste per un sorpasso azzardato prevedono per gli automobilisti una multa fino a 137,55 euro, la sospensione da uno a tre mesi della patente e la decurtazione di 10 punti. In caso di mezzi pesanti che superino le 13,5 tonnellate a pieno carico (in presenza di un apposito cartello) la sanzione si inasprisce: 270,90 euro, sospensione da due a sei mesi, e sempre 10 punti in meno. Se l’autista però ha la patente da meno di tre anni, la sospensione passa da tre a sei mesi. Per l’utilizzo indebito delle corsie di emergenza è prevista invece una multa che può arrivare anche a 343, 35 euro, la sospensione da 2 a sei mesi della patente e la decurtazione di 10 punti. I siti in cui sono collocati i sorpassometri sono stati resi noti dalla stessa polizia stradale. Una scelta che raccoglie il commento positivo dell’Asaps, l’associazione sostenitori amici della polizia stradale, che sul suo sito internet pubblica l’elenco dei sorpassometri: «Il rapporto fra pubblica amministrazione e cittadino - dice l’Asaps - deve vivere anche di trasparenza». Degli altri quattordici sorpassometri, tre saranno collocati in Sicilia, uno in Calabria e due ciascuno in Veneto, Marche, Abruzzo, Emilia Romagna e Basilicata.




Venerdì, 03 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK