Martedì 22 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Svizzera, guida imprudente in inseguimento: condannato poliziotto

La decisione della massima autorità giuridica

Ginevra, (askanews) – Il Tribunale federale svizzero ha confermato il reato di “pirata della strada” a carico di un agente di polizia giudicato imprudente nell’esecuzione di un inseguimento nelle strade di Ginevra.

La vicenda risale al 2014. Il poliziotto in questione conduceva una volante della polizia quando la centrale ha segnalato un’automobile che viaggiava a velocità elevata e si è lanciato all’inseguimento con lampeggiante e sirena dispiegata, raggiungendo i 132 km/h in una zona con limite di 50 km/h.

Il Tribunale di polizia lo condannò all’epoca a un anno di carcere con condizionale per violazione particolarmente grave delle regole del codice della strada, infrazione conosciuta come “delitto di pirata della strada”. (segue) (con fonte Afp)

da askanews.it


La rigidità svizzera non perdona nessuno. Il Tribunale federale svizzero ha confermato il reato di “pirata della strada” a carico di un agente di polizia giudicato imprudente nell’esecuzione di un inseguimento nelle strade di Ginevra. Andava a 132 km/h doveil limite era di 50.  Il Tribunale di polizia lo condannò all’epoca a un anno di carcere con condizionale per violazione particolarmente grave delle regole del codice della strada, infrazione conosciuta come “delitto di pirata della strada”. (ASAPS)

Venerdì, 29 Dicembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK