Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Patente a punti

(Cass. civ., sez. II, 8 agosto 2007, n. 17348)

In tema di violazioni alle norme del codice della strada, con riferimento all’illecito previsto dall’articolo 126 bis, secondo comma, nella formulazione risultante dalla sentenza della Corte costituzionale 24 gennaio 2005 n. 27 il fatto si configura quale illecito istantaneo, in quanto il termine di adempimento dell’obbligo, nell’una e nell’altra specifica formulazione, è unico, cioè finale e non iniziale, sì che, una volta decorso, l’obbligato non è più in condizione di tenere utilmente la condotta imposta; – di conseguenza, nella configurazione di detto illecito non possono influire non solo le cause di estinzione o di non punibilità dell’illecito presupposto, successivamente riconosciute dalla competente autorità giudiziaria, ma neppure eventuali modifiche legislative incidenti sulla definizione di quest’ultimo, compresa la stessa abolitio criminis.
 

Martedì, 19 Dicembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK