Venerdì 14 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 19/12/2017

Zola, trovato e arrestato il 'pirata della strada' che ha investito e ucciso Lina Romagnoli

Si tratta di un cinquantunenne italiano, residente a Zola Predosa. L’uomo dovrà rispondere di omicidio stradale, fuga del conducente e omissione di soccorso

Rintracciato e arrestato il 'pirata della strada' che lo scorso 16 dicembre ha investito e ucciso la 74enne Lina Romagnoli a Zola Predosa. Il conducente, dopo aver travolta la pensionata con la propria auto, non si era fermato a prestare soccorso alla vittima, ed era fuggito. I carabinieri del luogo avevano avviato una massiccia attività investigativa, che li ha portati iad individuare il conducente: si tratta di un cinquantunenne italiano, residente a Zola Predosa. L’uomo dovrà rispondere di "omicidio stradale, fuga del conducente e omissione di soccorso".

Stando alla ricostruzione dei fatti fornita dai militari, l’automobilista, dopo aver investito Lina Romagnoli, all’altezza del civico 232 di via Risorgimento, era tornato a casa e aveva parcheggiato la sua Volkswagen Golf che durante l’incidente era rimasta danneggiata all’altezza della fiancata e del faro anteriore destro. In seguito, spiega una nota dei carabinieri, il cinquantunenne si era recato presso un’officina del luogo per la riparazione dell’auto, ma è stato scoperto dai Carabinieri. I militari, infatti, subito dopo l’incidente avevano avviato una massiccia attività investigativa, passando al setaccio le immagini registrate dalle videocamere di sorveglianza installate in zona, escusso diversi testimoni e controllando le carrozzerie della zona.

L’intervento dei Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bologna ha consentito di "appurare che la parte danneggiata della Volkswagen Golf corrispondeva con i frammenti di plastica sequestrati sul luogo dell’investimento". Così riferiscono gli investigatori, aggiungendo che ai militari che gli si sono presentati a casa, il cinquantunenne, "in evidente stato di agitazione, prima ha tentato di attribuire la colpa a terzi, poi ha ammesso le proprie responsabilità". Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna è stato messo agli arresti domiciliari.       

La famiglia ringrazia. Intanto, la nipote di Lina Romagnoli affida ai social il ringraziamento di tutta la famiglia per l'aiuto ricevuto: "Volevo ringraziare nuovamente il Sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, che ha messo tutto se stesso in questa storia e ci è stato davvero tanto vicino. Ovviamente, ringrazio anche tutte le forze dell’ordine, Carabinieri di Zola Predosa e di Borgo Panigale e i militari che sono riusciti a trovare il responsabile e che hanno lavorato duramente per scovarlo".

da bolognatoday.it


Pirata identificato e arrestato come la maggior parte dei pirati. (ASAPS)

Martedì, 19 Dicembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK