Lunedì 19 Novembre 2018
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 05/12/2017

Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale

Sono aumentati nel 2017 i morti sulle strade italiane. Fino al 30 novembre, rispetto allo stesso periodo del 2016, si contano 30 vittime in più (+1,9%): 1.578 persone contro le 1.548 dell'anno scorso. Questi i dati presentati stamattina dal direttore del Servizio di polizia stradale, Giuseppe Bisogno, sulla base dei dati raccolti da Arma dei Carabinieri e Polizia in occasione della presentazione della campagna sulla sicurezza stradale “Sulla strada c’è sempre un #buonmotivo per essere responsabili”.

L’iniziativa, promossa da Anas e ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in collaborazione con la Polizia di Stato, nasce per sensibilizzare gli utenti della strada sulle situazioni di pericolo, per se stessi e per gli altri, che possonocrearsi quando non si rispettano le regole. E sono proprio “gli altri” i veri protagonisti della campagna. Si tratta degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. Ecco perché è importante ricordare che quando si è al volante, non si è mai soli. Infatti ricordiamo che tra le vittime sono in aumento proprio i ciclisti e i ciclomotoristi.

“Fondamentale è l’impegno congiunto diretto a diffondere la cultura di una corretta mobilità stradale – ha spiegato il direttore del Servizio polizia stradale – perché la prevenzione è anche comprensione del rischio derivante da comportamenti irresponsabili. È stato fatto tanto ma ancora molto resta da fare, per raggiungere l’obiettivo più ambizioso che è quello di inculcare una vera cultura di legalità e civiltà sulla strada, soprattutto in questo momento, in cui i conducenti vogliono essere sempre ‘connessi’, anche quando sono alla guida.

"Il rispetto degli altri, attraverso il rispetto delle regole, è condizione irrinunciabile per prevenire il rischio. L’attenzione  e il senso di responsabilità di tutti, sono la base per far crescere una cultura che promuova i comportamenti più corretti. A volte le nostre decisioni e le nostre disattenzioni possono mettere in pericolo la salute di tutti, soprattutto quella dei soggetti più vulnerabili: è questo il buon motivo per ricordare che non siamo mai soli sulla strada”. Così ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

I comportamenti scorretti causati soprattutto dalla distrazione sono purtroppo sotto i nostri occhi tutti i giorni ed impongono la scelta di una politica rigorosa in materia di controllo dei conducenti ed azioni incisive di sensibilizzazione, dirette a far comprendere quanto sia importante adottare condotte di guida responsabili”.

Testimonial della campagna è il cantante Francesco Gabbani che presta volto, voce e melodia allo spot che sarà trasmesso dal 4 dicembre al 3 gennaio 2018 su tv, radio, web e sui canali social. Nello spot Gabbani veste i panni di un ciclista e ricorda che “sulla strada non siamo mai da soli”.

Intorno alla musica ruota l’intero progetto della campagna. Con il lancio dell’iniziativa, infatti, sarà avviato un contest rivolto prevalentemente a musicisti, cantanti e band emergenti.

Inoltre, tramite i social network e il sito dedicato, gli utenti della strada possono raccontare il proprio #buonmotivo con frasi o foto.

da poliziadistato.it


C’è sempre un #buonmotivo per essere responsabili: l’iniziativa Anas, Mit e Polizia di Stato accende un faro sugli utenti “vulnerabili” della strada Testimonial il cantante Francesco Gabbani. (ASAPS)

Martedì, 05 Dicembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK