Martedì 27 Luglio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 11/12/2004

Un testo importante dell’essere autisti e del saper essere autisti in divisa, di Francesco Falciola.

Un testo importante dell’essere autisti e del saper essere autisti in divisa, di Francesco Falciola.

Laurus Robuffo

La guida nei servizi di Polizia

Francesco Falciola

 

Ci sono testi professionali che rischiano di essere noiosi. Ci spieghiamo: andare a scuola, mettersi dietro il banco e ricominciare, comporta sempre una certa dose di noia. Capita infatti che una materia interessi poco al discente, o che la mattina sia cominciata male, con una notte passata magari in bianco. Leggere il testo di Francesco Falciola, poliziotto di professione e istruttore di guida sicura per passione, non implica invece niente di tutto questo. Bella forma, tanti concetti, tanta educazione.

Potremmo definirlo, noi che un pochino ce ne intendiamo, il romanzo dell’essere autisti e del saper essere autisti poliziotti, con un ricco preambolo dedicato alla deontologia di chi sta al volante in divisa e con un’ampia enunciazione di ciò che rende sicura la guida di un professionista, che a volte deve essere anche veloce, e che sfrutta quell’alienazione dalla realtà oggettiva del traffico che gli consente la sirena per tutelare la collettività.

Una posizione ambigua, che proprio per la sua delicatezza deve essere occupata da persone con una robusta formazione teorica ed un’altrettanto solida preparazione all’emergenza.

Francesco Falciola, che è funzionario della Polizia di Stato dirigente della Polizia Stradale di Terni, di questa condotta alla guida delle Pantere è davvero un maestro, e non fa certo mistero di passione e competenza, fornendo al lettore-discente tutti gli strumenti per maturare, e già con le teoria sarebbe un passo avanti, nella delicatezza del proprio compito.

L’autore,  istruttore di guida sicura diplomato alla “Guidarepilotare” di Siegfried Stohr e pilota diplomato alla celebre scuola “Henry Morrogh”, spiega come passare dal mito della guida veloce ad una pratica prudente e più efficiente.

Spiega a noi, piloti per professione, come fare a cavarsela.

Da leggere!

 


Sabato, 11 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK