Venerdì 30 Luglio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 11/12/2004

da Repubblica.it - Identicar, le auto rubate on line Ore contate per i ladri

da Repubblica.it
Ad oggi sono oltre 50 milioni i veicoli marchiati, cui si affianca una banca dati messa a disposizione delle autorità di polizia
Identicar, le auto rubate on line
Ore contate per i ladri


Il fondatore della Identicar Roberto Muriana

Nel mondo dell’elettronica, degli antifurti sempre più sofisticati, il classico Identicar rimane uno dei più affidabili. Con la novità che ora in caso di furto tutti i dati della vettura finiscono automaticamente sul sito Identicar. Diventa così più facile la ricerca e l’identificazione della macchina rubata perché in caso di marchiatura dell’auto, i dati anagrafici dell’automobilista e della vettura vengono subito inseriti nel data base, subito a disposizione delle forze dell’ordine. Perfino sul sito della polizia stradale si consiglia di "Applicare in modo indelebile i numeri di targa o di telaio dell’auto".

Nato nel 1978 da un’idea inglese e dall’intraprendenza di Roberto Muriana, Identicar ha perfezionato il suo programma di antifurto per auto attraverso l’incisione su tutti i cristalli della vettura del numero di targa o di telaio, in modo da rendere poco conveniente ai ladri il furto dell’auto, in quanto il costo della sostituzione di tutti i cristalli annullerebbe il guadagno del ladro.

Ad oggi sono oltre 50 milioni in tutto il mondo i veicoli marchiati indelebilmente con Identicar, cui si affianca una banca dati messa a disposizione delle autorità di polizia, per l’identificazione immediata dei veicoli. La possibilità di marchiare i cristalli ha incontrato anche il favore delle case costruttrici e, nel tempo, Renault, Citroen, Mitsubishi, Daewoo, Toyota, Kia e il Gruppo Fiat (anche con i marchi Alfa e Lancia) hanno adottato programmi di promozione assicurativa, abbinandoli al sistema Identicar.

A beneficio dell’automobilista i proprietari di una Citroen ricevono - in caso di furto - una vettura nuova direttamente dal concessionario, mentre in Kia accedono a tre anni di polizza furto e incendio sul monovolume Carnival, se marcato con Identicar. Si scende a due anni di polizza rischi furto e incendio con la Fiat per la Punto Jtd, risalendo a tre anni per i modelli Multipla, Doblò, Ulysse e Stilo.

L’organizzazione Identicar ormai si è sviluppata in più direzioni per tutelare al meglio l’automobilista. In caso di furto il call center - e il sito www. icar. web. it - sono attivi 24 ore su 24 per integrare le ricerche delle forze dell’ordine in merito ad un veicolo rubato. Conveniente quanto mai, viene da chiedersi soltanto perché non lo adottino tutti i costruttori automobilistici: forse quando il veicolo è troppo costoso il prezzo dei cristalli si riesce a far rientrare nel "listino del rubato"? Sarà un caso, ma nell’elenco dei costruttori aderenti all’iniziativa non figurano Mercedes, BMW, Audi, Volvo e altri, fino a Porsche, Ferrari e Rolls. Antifurto sì, allora, ma selezionando preventivamente il prodotto e la sua fascia di prezzo...


 

 

Sabato, 11 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK