Domenica 09 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
NEWS CONTROMANO 31/10/2017

Col camion imbocca l'autostrada contromano e si schianta contro un'auto: muore il conducente rumeno

Si chiama Maurizio Nencioni, ha 52 anni ed è, chi scrive non ha timore a sottoscriverlo, il più vecchio amico che ha. Lo conosce, infatti, da 50 anni, da quando, a Scandicci, a metà anni Sessanta, giocavano insieme in calzoncini corti. Mai e poi mai il sottoscritto avrebbe pensato di reincontrarlo e di prendere quasi un colpo, sul profilo facebook reduce, domenica mattina, da un incidente mortale avvenuto poco prima delle 6 sull'autostrada A11 in direzione Firenze, poco prima dello svincolo per imboccare l'A1 direzione Roma.

Nencioni è un appassionato di sport e la domenica spesso fa lo steward alle partite di calcio o ad altri eventi. E' stato più volte anche al Porta Elisa, ma non siamo mai riusciti a incontrarci.

Domenica mattina si trovava all'interno di una Renault seduto accanto al guidatore e con altre tre persone sui sedili posteriori, tutti diretti al Ferrari Challenge in programma al circuito del Mugello. Improvvisamente, sul tragitto si sono trovati di fronte un furgone condotto da un rumeno non si sa se ubriaco o meno, il quale ha imboccato l'autostrada contromano andandosi a schiantare proprio contro la vettura su cui viaggiavano i quattro addetti alla sorveglianza.

"Ce la siamo davvero vista brutta - racconta Nencioni - Abbiamo imboccato l'autostrada A11 a Peretola direzione Barberino, all'altezza dell'area di servizio Eni Peretola Nord quando abbiamo visto uscire dalla stessa stazione di servizio un furgone Fiat Iveco bianco che tagliava completamente la carreggiata per tentare di immettersi contromano. Impossibile evitare l'urto che per fortuna non è stato frontale, ma è stata la parte destra dell'auto a scontrarsi con la fiancata sinistra del furgone. Quando sono sceso ho visto sotto la ruota destra il corpo piegato su se stesso del conducente che mi hanno poi detto essere un rumeno. Ho chiamato la polizia alle 5.55. Di noi cinque il più grave dei feriti è un uomo di 62 anni: quattro costole rotte, frattura scomposta del braccio sinistro e un taglio alla testa per cui si sono resi necessari sei punti di sutura".

I rilievi sono stati eseguiti dalla Polstrada di Firenze. 

di Aldo Grandi
da lagazzettadilucca.it

 

>Osservatorio il Centauro – ASAPS sui contromano anno 2016
445 episodi su strade e autostrade (+16%) che hanno causato 19 morti (-29,6%)  e 192  feriti (-7,7%)
Sono stati 179 gli episodi su autostrade e superstrade 40,2% come nel 2015
Protagonisti dei contromano 19,3%  ubriachi,  19,1%  stranieri, 13,9% anziani (ma al 29,4% per i mortali).


Osservatorio il Centauro – ASAPS sui contromano anno 2016
445 episodi su strade e autostrade (+16%) che hanno causato 19 morti (-29,6%)  e 192  feriti (-7,7%)
Sono stati 179 gli episodi su autostrade e superstrade 40,2% come nel 2015
Protagonisti dei contromano 19,3%  ubriachi,  19,1%  stranieri, 13,9% anziani (ma al 29,4% per i mortali).

Martedì, 31 Ottobre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK