Lunedì 06 Luglio 2020
area riservata
ASAPS.it su

Gettano sassi dal cavalcavia, colpite diverse auto: paura sull'E45

Alcune auto in transito lungo l'E45 sono state colpite da sassi lanciati da un cavalcavia. L'episodio si è consumato nella prima serata di sabato, intorno alle 20,30

Un gioco macabro, che poteva chiudersi con conseguenze ben più gravi come hanno raccontano in passato le cronache nazionali. Alcune auto in transito lungo l'E45 sono state colpite da sassi lanciati da un cavalcavia. L'episodio si è consumato nella prima serata di sabato, intorno alle 20,30. Tanta paura, ma fortunatamente nessuno ferito. Su segnalazione dei malcapitati si sono mobilitati gli agenti della Polizia Stradale di Bagno di Romagna e del Commissariato di Polizia di Cesena. Sulle auto, almeno quattro, erano visibili i segni dell'impatto. Subito è scattata la caccia all'uomo, alla quale hanno preso parte anche i Carabinieri.

La zona interessata è quella di via Avola, a Borello: i lanci sono avvenuti in corrispondenza del cavalcavia numero 60. Massimo riserbo dagli inquirenti, che indagano a 360 gradi. Difficile per gli agenti intervenuti risalire al luogo di provenienza dei responsabili. "E' tutto in fase di trattazione", commentano fonti investigative. I responsabili rischiano una denuncia per "attentato alla sicurezza dei trasporti e lancio pericoloso di cose". Probabilmente i responsabili non hanno capito la portata del danno che poteva essere causato.

da cesenatoday.it


Nel 2016 l’Osservatorio ASAPS ha registrato 85 episodi, 80 sulla rete ordinaria e 5 sull’autostrada, nei quali sono rimaste ferite 4 persone. Grande il lavoro di contrasto delle forze di polizia con 9 maggiorenni arrestati, 4 fermati. 48 i minorenni (che spesso operano in gruppo) denunciati o arrestati.
Nel 2017, al 31 luglio,  gli episodi già registrati  sono stati 55, di cui  50 sulla rete ordinaria e 5 sulle autostrade, nei quali 4 persone sono rimaste ferite. 3 i maggiorenni arrestati, 4 fermati.
21 i minori fermati o arrestati. (ASAPS)

Lunedì, 25 Settembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK