Sabato 07 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , Editoriali 24/08/2017

Il ricordo
Nel terribile terremoto che colpì l’Italia centrale il 24 agosto 2016 persero la vita anche diversi appartenenti alle forze di polizia e loro familiari
Riproponiamo alcuni degli articoli che dedicammo loro sul portale ASAPS  e sulla rivista il Centauro

(ASAPS) 365 giorni non possono cancellare la tragedia del sisma che colpì l’Italia centrale e che provocò 299 vittime per non parlare dei danni immensi che ancora mettono a dura prova quelle povere ma tenaci popolazioni.
Fra quelle centinaia di vittime anche diversi appartenenti alla Polizia di Stato  (come non ricordare la distruzione della famiglia dell’assistente Ezio Tulli), dei Carabinieri e della Polizia Municipale e loro familiari.
Oggi vogliamo ricordare quella tragedia con gli articoli  che dedicammo loro sul portale dell’ASAPS e sulla nostra rivista ufficiale il Centauro. Ci stringiamo a tutti i loro familiari a cominciare da Giovanna Gagliardi, agente della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Aprilia che ad Amatrice perse il marito Ezio, i due figli di 14 e 12 anni e il papà, già storica figura del Distaccamento Polizia Stradale di Aprilia.
Un abbraccio solidale a tutte le famiglie dei caduti. (ASAPS)
 

>Sisma ad Amatrice, trovati morti l'agente Ezio Tulli, i due figli e il suocero
Salva la moglie, agente in forza al Commissariato di Cisterna
>ANCHE UNA AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE DI AMATRICE FRA LE VITTIME
E’ PATRIZIA BIZZONI
>Terremoto, trovati morti marito e figli della poliziotta di Cisterna in vacanza ad Amatrice
>TERREMOTO CENTRO ITALIA: MUORE CARABINIERE DELL'AQUILA AD ACCUMOLI
>LA TRAGEDIA DEL QUESTORE DI FROSINONE: SCAVA A MANI NUDE PER TROVARE IL FIGLIO
>In ricordo
da il Centauro n. 197

 

 

 


A un anno dal sisma che ha spaccato l’Italia centrale con centinaia di vittime e migliaia di senza tetto, riproponiamo i nostri articoli nel ricordo dei numerosi appartenenti alle forze di polizia e loro familiari che persero la vita in quella enorme tragedia che  ancora coinvolge le popolazioni di quelle belle cittadine e paesi. (ASAPS)

Giovedì, 24 Agosto 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK