Sabato 27 Novembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Concorrenza sleale - Turbata libertà dell’industria o del commercio - Elementi costitutivi - "Violenza sulle cose" - Nozione - Fattispecie in tema di parcheggio ripetuto di mezzi pesanti in vicinanza di vetrine e di porta di accesso di un esercizio commerciale.

(Cass. Pen., sez. III, 17 gennaio 2017, n. 1953)


Integra il reato di turbata libertà dell’industria o del commercio la condotta consistente nel parcheggiare ripetutamente mezzi pesanti in vicinanza delle vetrine e della porta di accesso di un esercizio commerciale, in quanto la "violenza sulle cose", elemento costitutivo alternativo del delitto di cui all’art. 513 cod. pen., sussiste, ai sensi dell’art. 392, comma secondo, dello stesso codice, anche quando ne venga mutata la destinazione naturale, conseguente, nella specie, al permanente occultamento alla vista della porta e della vetrina del negozio e alla sostanziale preclusione della utilizzabilità dello spazio ad esso antistante.

Martedì, 17 Gennaio 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK