Mercoledì 02 Dicembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 29/06/2017

Due poliziotti della Stradale di Napoli Nord salvano la vita ad un giovane motociclista  colpito da infarto

Un motociclo fermo nella piazzola di emergenza, con il casco appoggiato sulla sella, nei pressi di San Nicola La Strada sulla carreggiata Nord dell’Autostrada A1, attira l’attenzione della pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord, guidata dal Sostituto Commissario Angelo Terranova, impegnata in un ordinario servizio di vigilanza sull’Autostrada A1 nella serata di ieri.
I due agenti subito si accorgono che, nelle immediate vicinanze, vi è una persona di sesso maschile, riversa sul manto stradale, in posizione supina. Il giovane trentenne, palesemente in stato di incoscienza, già cianotico in volto, con la mano destra comprimeva il petto all’altezza del cuore.
nizia una corsa contro il tempo per salvare la vita del giovane che vede gli operatori della Polizia Stradale, oltre a richiedere immediatamente l’intervento di personale sanitario del 118, effettuare immediatamente le manovre di rianimazione cardiopolmonari.
In quel frangente transitava una pattuglia di un Istituto di vigilanza in servizio presso i parcheggi del vicinissimo Centro Commerciale Campania,  che aveva al seguito un borsone di primo soccorso con all’interno la cannula di Guedel che, una volta applicata alla persona in arresto cardio-circolatorio, impedisce l’ostruzione delle vie aeree, gli operatori inoltre utilizzavano il pallone di Ambu per effettuare la ventilazione polmonare e, infine il Defibrillatore Automatico Esterno (DAE) .
Sul posto, successivamente, sono intervenuti un medico che ha risposto all’annuncio di soccorso effettuato all’interno del centro commerciale e, subito dopo, personale del 118.
Il buon esito della vicenda è stato possibile grazie non solo grazie alla tempestività dell’intervento ma anche e soprattutto alla specifica formazione di entrambi gli operatori della Polizia Stradale per le operazioni di primo soccorso. Difatti questi ultimi avevano partecipato recentemente ad un corso di formazione BLS-D tenuto da personale sanitario della Polizia di Stato per cui erano preparati ad affrontare una emergenza di tal genere.
Ben si comprende come la capacità dimostrata sia espressione di un percorso continuo di aggiornamento professionale che rende sempre più avvezzi gli operatori di Polizia anche ad affrontare emergenze e situazioni in cui accanto al sangue freddo occorre conoscenza e competenza, qualità che, mai come in questo caso, salvano vite umane.

Sezione Polizia Stradale di Naoli

 



Un motociclo fermo nella piazzola di emergenza, un casco appoggiato sulla sella, un corpo steso a terra  poco distante. Ma non è un incidente.
Il buon esito della vicenda è stato possibile grazie non solo grazie alla tempestività dell’intervento ma anche e soprattutto alla specifica formazione di entrambi gli operatori della Polizia Stradale per le operazioni di primo soccorso. Difatti questi ultimi avevano partecipato recentemente ad un corso di formazione BLS-D tenuto da personale sanitario della Polizia di Stato per cui erano preparati ad affrontare una emergenza di tal genere. Complimenti agli uomini del Centauro. (ASAPS)

Giovedì, 29 Giugno 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK