Martedì 24 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 24/05/2017

Controlli a tappeto nei distributori di benzina pugliesi: "Truffati gli automobilisti"

I finanzieri sono intervenuti in 150 stazioni di servizio nelle giornate del 17 e 18 maggio, scoprendo diversi casi in cui veniva erogata meno benzina di quella riportata

Un piano straordinario per scoprire e prevenire le irregolarità nel settore della distribuzione di carburanti e sulla circolazione dei prodotti sottoposti ad accise. La Guardia di Finanza in Puglia ha così svolto due giorni di serrati controlli sul territorio, eseguiti in collaborazione con gli ufficiali della CCIAA di Bari per le operazioni di misurazione.

In totale il 17 e il 18 maggio scorso sono stati 123 i controlli sulla circolazione di prodotti sottoposti ad accise e 150 gli interventi dei finanzieri nei distributori stradali di benzina. Sono 45 i casi in cui sono state riscontrate dagli agenti irregolarità, che hanno portato al sequestro di circa 1700 litri di carburante, mentre in altri 34 casi mancava una corretta e trasparente informazione all'utenza sui prezzi praticati, come invece disposto dalla legge.

I finanzieri hanno così scoperto distributori che erogavano meno benzina rispetto a quella effettivamente pagata dai consumatori o irregolarità sulla gestione amministrativa delle attività di distribuzione. In due casi sono stati trovati anche lavoratori pagati in nero dai proprietari dei distributori.

L'ultima operazione si inserisce quindi nel quadro di controlli sul sistema dei carburanti portato avanti dalla Guardia di Finanza in Puglia nel 2017, con 248 controlli su tutto il territorio regionale,  che hanno portato alla luce 270 violazioni e hanno permesso il sequestro di 122.545 kg di carburanti e prodotti sottoposti ad accise.

da baritoday.it


La macchina consuma troppo, ma c’è lo zampino del benzinaio... Ma l’intervento della Guardia di Finanza ha fatto scoprire 45 irregolarità. (ASAPS)

Mercoledì, 24 Maggio 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK