Giovedì 26 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , Droga ,... 23/05/2017

Sassari, ubriachi e drogati alla guida: strage di patenti

Polstrada: 15 ritirate in una sera, 221 dall’inizio dell’anno. Due giovani positivi alla cocaina

SASSARI. Guidano ubriachi o sotto l’effetto di droghe. E sono sempre di più, specie nei fine settimana. Sono giovani tra i 20 e i 40 anni, ogni volta che vengono fermati per un controllo è possibile che gli agenti - come è stato dimostrato - riescano a sventare possibili incidenti stradali di lì a poco. L’altra notte sono intervenuti in tempo sulla 131 dove un’auto era stata segnalata mentre procedeva a zig zag: il conducente aveva un tasso di alcol nel sangue superiore a 2,50.

Dall’inizio dell’anno la sezione della polizia stradale ha ritirato in tutta la provincia di Sassari 221 patenti, delle quali 210 per guida in stato di ebbrezza e 11 sotto l’influenza di stupefacenti. In 12 casi lo stato di alterazione è stato causa di altrettanti incidenti gravi. Una emergenza vera, insomma. E la conferma si è avuta anche nella notte tra sabato e ieri: gli agenti della polizia stradale (sei pattuglie integrate dal camper dell’ufficio sanitario provinciale della questura) hanno sottoposto a controlli con etilometro e “drogometro” un centinaio di automobilisti. Tra questi 15 sono risultati positivi con un tasso alcolemico oltre i limiti di legge e a loro carico sono scattate 14 denunce penali e una contestazione amministrativa, con ritiro della patente per la sospensione e il sequestro - ai fini della confisca - di un’auto.

Tra quelli positivi all’etilometro anche due che guidavano sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (in particolare cannabis e cocaina). I campioni biologici saranno inviati ora al laboratorio nazionale per la conferma degli esami. Dopo gli esiti scatterà una ulteriore denuncia penale. L’impegno della sezione della polizia stradale guidata dal dirigente Inti Piras proseguirà e sarà implementato in occasione dell’arrivo della stagione estiva. L’obiettivo dichiarato è quello che i nuovi metodi di accertamento possano diventare un deterrente, uno strumento di prevenzione e incentivare comportamenti di guida responsabili. Soprattutto tra i giovani.

da lanuovasardegna.gelocal.it

 


 

Avanti così. Gli ubriachi e drogati alla guida devono essere “disarmati”. (ASAPS)

Martedì, 23 Maggio 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK