Martedì 26 Settembre 2023
area riservata
ASAPS.it su

Responsabilità da sinistri stradali - Responsabilità del proprietario - Prova liberatoria - Circolazione contro la volontà del proprietario - Insufficienza - Adozione di concrete ed appropriate misure di prevenzione - Necessità

(Cass. Civ., sez. VI, 29 febbraio 2016, n. 1820)

Il proprietario di un veicolo risponde dei danni cagionati dalla circolazione di esso anche se avvenuta contro la propria volontà, a meno che non dimostri di aver adottato concrete ed appropriate misure idonee a prevenire l’impiego, anche abusivo, del mezzo da parte di terzi. (In applicazione di tale principio, la S.C. ha ritenuto che non potesse escludersi la responsabilità del proprietario, il quale, pur esigendo che l’uso del suo veicolo da parte di terzi avvenisse previa sua autorizzazione, ne custodiva le chiavi in luogo noto ed accessibile a tutti). (Cass. Civ., sez. VI, 29 febbraio 2016, n. 1820) [Riv-1605P409] (art. 193 cs)

Venerdì, 21 Aprile 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK