Sabato 23 Settembre 2017
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 21/04/2017

Comprano 25 camion ma non fanno la trascrizione al Pra: multa da 20mila euro

Indagine della polizia stradale di Piacenza dopo gli accertamenti presso un'agenzia piacentina di pratiche auto. Multata un'azienda di trasporti pugliese

E’ di 20mila euro la sanzione che la polizia stradale di Piacenza ha contestato a un’azienda di autotrasporti Pugliese per non aver trascritto al Pubblico registro automobilistico l’acquisto di 25 tra camion e semirimorchi effettuato presso un noto commerciante di Piacenza.

Le indagini della sezione di Polizia giudiziaria della Stradale di Piacenza sono iniziate con i normali controlli presso le agenzie per il disbrigo di pratiche automobilistiche.

Presso un’agenzia di Piacenza, tra gli  anni 2014, 2015 e 2016, sono risultati essere stati commissionati 25 atti di vendita, mediante apposita annotazione sul certificato di proprietà, di altrettanti  trattori stradali e semirimorchi regolarmente venduti da un noto commerciante di automezzi pesanti di Piacenza ad un’impresa di autotrasporto pugliese.
Da una approfondita verifica delle singole pratiche, anche mediante l’utilizzo delle banche dati telematiche della Motorizzazione civile e del Pra, gli agenti hanno accertato che sebbene tali veicoli fossero stati regolarmente acquistati, la società di autotrasporto acquirente aveva omesso di richiedere al Pubblico Registro Automobilistico, entro 60 giorni dalla data di acquisto, la trascrizione dell’atto di vendita/acquisto dei veicoli a proprio favore che, ad oggi, risultano pertanto ancora intestati al concessionario piacentino.

Infatti per la compravendita veniva richiesto all’agenzia di pratiche automobilistiche la sola certificazione dell’atto di vendita ma non la successiva trascrizione al Pra dello stesso che, si ricorda, è un obbligo in capo all’acquirente come stabilito dall’art. 94 del Codice della strada.
La mancata richiesta di trascrizione al Pra da parte della società acquirente dei mezzi, comportava un importante risparmio per la stessa, circa 800 euro per ogni veicolo, ed un conseguente analogo mancato introito da parte dello Stato.
Al termine degli accertamenti, nei confronti della sopra indicata impresa di autotrasporto pugliese venivano, quindi, contestate 25 violazione dell’articolo 94/3° C.d.S. per un importo complessivo di 20.000 euro.

da ilpiacenza.it


Una dimenticanza costata cara. (ASAPS)

Venerdì, 21 Aprile 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK