Lunedì 25 Settembre 2017
area riservata
ASAPS.it su

Ponte di Pasqua  (14 al 17 aprile) ancora tragico sulle strade
25 morti  e 718 feriti secondo i rilievi della sola Polizia Stradale e dei Carabinieri
In 11 incidenti mortali coinvolti  veicoli  a due ruote (45,8%). Sono 10 le vittime in incidenti notturni

 
(ASAPS) Secondo i rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri (ai quali si dovranno aggiungere poi quelli delle Polizie Locali) nel ponte di Pasqua, dal 14 al 17 aprile, si sono verificati complessivamente 873 sinistri, di cui 24 con esito mortale. Sono state 25 le persone che hanno perso la vita e 718 quelle ferite.
Gli incidenti mortali con il coinvolgimento dei veicoli a due ruote sono stati 11, pari al 45,8% del totale.
Il 54,2% dei sinistri mortali (13 incidenti) è derivato dalla perdita di controllo del veicolo da parte del conducente.
Nella fascia oraria notturna, 22-6, si sono verificati 9 incidenti mortali con 10 deceduti.


                       

 

14-17
Aprile
2017

 

Totale incidenti  

873

Persone decedute

25

Persone ferite 

718




Durante il ponte pasquale Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri hanno attivato i consueti dispositivi di prevenzione e di vigilanza stradale impiegando, in totale, 44.294 pattuglie. Le stesse hanno proceduto a contestare 18.260 violazioni del Codice della strada con 27.279 punti decurtati, 856 patenti di guida e 668 carte di circolazione ritirate. Sono stati 15.970 i conducenti controllati, con etilometri e precursori, a verifica delle condizioni psico-fisiche durante la guida. (ASAPS)
 


Il triste bilancio del ponte di Pasqua 2017 ci descrive una situazione ancora molto grave sulle strade del Paese. (ASAPS)

Mercoledì, 19 Aprile 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK