Giovedì 25 Febbraio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Omicidio stradale 31/03/2017

Moglie e figlio morti nello schianto, il 25enne voleva scappare dall'Italia: preso

Era ricercato da lunedì dopo essersi allontanato dall'ospedale "Santa Maria delle Croci", dove era stato trasferito dopo il primo ricovero in prognosi riservata al "Maurizio Bufalini" di Cesena

Mentre la compagna Planiza Husovic, 24 anni, e il figlioletto Riccardo Maruntelu, 5 mesi, riposano al cimitero monumentale di Forlì, lui ha tentato la fuga dall'Italia. Il sopravvissuto al terribile schianto del 18 marzo scorso, è stato arrestato martedì sera dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale della Bassa Romagna. Il soggetto è stato individuato dalla Polizia Ferroviaria, attivata nelle ricerche, nella stazione di Ravenna. Era ricercato da lunedì dopo essersi allontanato dall'ospedale "Santa Maria delle Croci", dove era stato trasferito dopo il primo ricovero in prognosi riservata al "Maurizio Bufalini" di Cesena. Il romeno, con una vertebra fratturata e lesioni al fegato, aveva deciso di lasciare comunque il nosocomio nonostante il parere contrario dei medici. Secondo la Procura, stava organizzando la fuga in Romania. Ora è in carcere a Ravenna con le accuse di omicidio stradale, guida in stato d'ebrezza e guida sotto l'effetto di stupefacenti. La notizia è stata riportata giovedì dal "Corriere Romagna" e "Il Resto del Carlino".

LE INDAGINI SULL'INCIDENTE - L'uomo avrebbe tentato di depistare le indagini. Al momento della carambola in via De Brozzi aveva un tasso alcolemico tre volte superiore al limite di legge fissato in 0,50 grammi per litro e tracce di sostanze stupefacenti nel sangue. Prima del dramma aveva trascorso la serata in un bar con la compagna a Massa Lombarda. Nonostante la compagna lottasse tra la vita e la morte (è spirata poco dopo all'ospedale di Lugo), il 25enne ha persino ventilato di non trovarsi lui alla guida al momento della sbandata e urto contro il muretto di un'abitazione. Per sconfessarlo si è ricorsi alle telecamere di videosorveglianza installate tra Massa Lombarda e Lugo. E ad inchiodarlo ci sono anche due testimonianze. Dalle indagini della Polizia Municipale della Bassa Romagna è inoltre risultato non avere la patente. L'attività investigativa è stata seguita dal sostituto procuratore Stefano Stargiotti.

>TRAGICO SCHIANTO A LUGO: IL VIDEO

>Tragedia a Lugo, muoiono mamma e figlioletto di cinque mesi (foto Argnani)

 

da forlitoday.it


Dopo aver ucciso la moglie e il suo piccolo in uno schianto terrificante mentre era alla guida ubriaco e drogato, ha cercato anche di scappare nonostante le gravi ferite riportate. Se aveva la forza di allontanarsi dall’ospedale, signor giudice quest’uomo avrà sicuramente la forza anche di restare in carcere. (ASAPS)
"Il romeno, con una vertebra fratturata e lesioni al fegato, aveva deciso di lasciare comunque il nosocomio nonostante il parere contrario dei medici. Secondo la Procura, stava organizzando la fuga in Romania. Ora è in carcere a Ravenna con le accuse di omicidio stradale, guida in stato d'ebrezza e guida sotto l'effetto di stupefacenti.“

Venerdì, 31 Marzo 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK