Martedì 16 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/12/2016

Berlino, il tir fermato dal freno automatico: "Il bilancio poteva essere molto più grave"

E' quanto rifericono i media tedeschi, citando i risultati delle indagini condotte dagli inquirenti della Procura generale tedesca. Il sistema automatico di frenata si è attivato al momento dell'impatto

Un sistema di frenata automatico avrebbe fermato la corsa del camion usato per l'attentato a Berlino lo scorso 19 dicembre, evitando di uccidere un numero ancora più alto di persone. E' quanto riferiscono i media tedeschi, secondo i quali il veicolo si sarebbe fermato dopo circa 70-80 metri grazie a uno speciale sistema di frenata incorporato, attivatosi al momento dell'impatto. Senza questo dispositivo, scrive la Sueddeutsche Zeitung citando i risultati delle indagini condotte dagli inquirenti della Procura generale tedesca, il camion avrebbe continuato la propria corsa falciando tutti i presenti.

>Il tir entra nel mercatino: il video

Intanto dalle indagini emergono nuovi dettagli su quanto accaduto. Dieci minuti prima di compiere l'attentato, Anis Armi ha inviato fotografie e messaggi vocali dal proprio cellulare ad altri presunti simpatizzanti islamistici, come riferisce il sito del settimanale tedesco Focus, che cita fonti investigative.

>Berlino, attentato al mercatino di Natale (Foto Ansa)

La Digos italiana ha perquisito due abitazioni alle porte di Roma, nel comune pontino di Aprile, dove il terrorista tunisino sarebbe stato ospite per qualche tempo nel 2015.

da today.it


Se è vero è un aspetto positivo. Ma il vero “freno automatico” abbiamo visto A Sesto S.Giovanni è il controllo del territorio. (ASAPS)

Venerdì, 30 Dicembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK