Domenica 18 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/12/2016

Muore a soli 35 anni l’assistente Pietro Bulgarelli in forza alla Sottosezione Polizia Stradale di Romagnao Sesia (NO)
Lascia nel dolore la famiglia e tanti colleghi. Le condoglianze dell’ASAPS di cui Pietro era da sempre socio

Pietro Bulgarelli

(ASAPS) Ancora un lutto colpisce la grande famiglia della Polizia Stradale, questa volta una grave malattia ha strappato ai suoi cari Pietro Bulgarelli, 35 anni, Assistente in servizio presso la Sottosezione Polizia Stradale di Romagnano Sesia.
L’ASAPS condivide il dolore per la perdita di un ragazzo ancora giovanissimo che ha combattuto come un leone contro la solita malattia che a volte, solo a volte,  si riesce a vincere. Pietro purtroppo  non ce l’ha fatta. Il nostro giovane collega era anche associato all’ASAPS da sempre. Insomma credeva nel suo lavoro, nella sua missione.
Alla famiglia di Pietro, ai colleghi di Romagnano Sesia e di Borgomanero dove risiedeva, va il nostro stretto fraterno abbraccio. Volevamo inviare fiori per ricordare questo giovane poliziotto amato e stimato da tutti i suoi colleghi e superiori  con i quale aveva condiviso i suoi anni con la divisa della Stradale, ma Pietro aveva lasciato detto che non voleva fiori, ma un contributo per un centro che si batte nel contrasto ai tumori.
Vogliamo infine ricordare Pietro con le parole di un suo collega riportate sul portale www.notiziaoggi.net
«Onore a te grande Pietro... Alla fine, hai perso la guerra ma hai dimostrato a tutti noi come si combatte... anche quando si hanno poche speranze, arrendersi mai». Così un collega saluta l’assistente della Polstrada Pietro Bulgarelli, in forza a Romagnano e morto a soli 35 anni. Il giovane viveva a Borgomanero, centro in cui si era trasferito dal Mantovano, dove era nato. Con lui ha condiviso questo dramma la compagna Donatella. Era nel gruppo alpini della città.

In servizio a Romagnano da una dozzina di anni, da una dozzina di mesi aveva dovuto abbandonare il lavoro per potersi sottoporre alle terapie. Ma alla fine, ieri ha dovuto arrendersi al tumore.

Ciao Pietro che la terra ti sia lieve e tu possa ora essere vicino alla tua famiglia e ai tuoi colleghi che continuano nel cammino per la sicurezza sulla strada, come facevi tu.


 

Ciao Pietro che la terra ti sia lieve e tu possa ora essere vicino alla tua famiglia e ai tuoi colleghi che continuano nel cammino per la sicurezza sulla strada, come facevi tu. (ASAPS)

Mercoledì, 28 Dicembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK