Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

FURTO DI OGGETTO CUSTODITO IN AUTO

di Andrea Girella*

Con l’intento di proteggere il pacifico rapporto materiale tra i consociati e i beni, il fatto tipico descritto dall’art. 624 c.p. (furto) prevede la punizione di chiunque si impossessa della cosa mobile altrui sottraendola a chi la detiene.
In tale ipotesi, talvolta ci si trova - nella pratica operativa - a dover qualificare la sussistenza o meno dell’aggravante dell'esposizione alla pubblica fede (art. 625, comma 1, n. 7, c.p.) in caso di furto di un oggetto lasciato nell'abitacolo di un automezzo parcheggiato. Infatti, in giurisprudenza alcune pronunce hanno dato diverse interpretazioni al dato letterale di quest’ultima norma...

>LEGGI L'ARTICOLO

da il Centauro n. 197

 

 

 

 

Giovedì, 10 Novembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK