Giovedì 19 Ottobre 2017
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 14/06/2017

NOTIFICA E PAGAMENTO SANZIONI
- IL CALCOLO DEL TERMINE -
UFFICIO STUDI ASAPS

Foto di repertorio dalla rete

Dies a quo non computatur in termino, dies ad quem computatur

Traduzione

Il giorno iniziale non si conta nel termine, il giorno finale si computa

Spiegazione

Non si computa il giorno nel corso del quale cade il momento iniziale del termine e la prescrizione si verifica con lo spirare dell'ultimo istante del giorno finale.
In diritto, la locuzione latina dies a quo non computatur in termino, dies ad quem computatur indica il principio secondo il quale nel computo dei termini a giorni il giorno iniziale (cd. dies a quo) non si computa, mentre va computato il giorno finale (cd. dies ad quem).
Ad esempio un termine di 7 giorni che decorre dall'11 settembre scadrà il 18 settembre e non il 17 come accadrebbe se si dovesse computare anche il giorno iniziale dal quale il termine comincia a decorrere.
Il Codice Civile italiano ha accolto tale principio all'art. 2963, comma 2.
 

>LEGGIO LO SCHEMA

 


Un utile schema sui termini di notifica e pagamento delle sanzioni. (ASAPS)

Mercoledì, 14 Giugno 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK