Lunedì 09 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 15/12/2005

da Il Centauro n.100 - Novembre/Dicembre 2005 - IL MESSAGGIO DEL CAPO DELLA POLIZIA PREFETTO GIOVANNI DE GENNARO PER IL CENTAURO NUMERO 100

da Il Centauro n.100 - Novembre/Dicembre 2005

IL MESSAGGIO DEL CAPO DELLA POLIZIA
PREFETTO GIOVANNI DE GENNARO
PER IL CENTAURO NUMERO 100

Caro Dott. Biserni,
in occasione della pubblicazione del 100° numero della rivista “II Centauro”, rivolgo il mio più sincero ed affettuoso saluto agli oltre 25.000 soci dell’"Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale", da Lei presieduta, ed ai sempre più numerosi abbonati e lettori del suo periodico ufficiale.
A partire dall’ormai lontano 1991, anno della sua fondazione, l’A.S.A.P.S. ha saputo porsi come qualificato ed autorevole interlocutore del Dipartimento della Pubblica Sicurezza ed ha promosso numerose e profìcue iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle delicate e complesse tematiche della circolazione e della sicurezza stradale, battendosi al contempo perché venisse sempre più riconosciuta e valorizzata la straordinaria professionalità delle donne e degli uomini della Polizia di Stato che prestano servizio presso questa antica e gloriosa Specialità.
Negli oltre 5 anni da me trascorsi alla guida della nostra Istituzione, ho sempre favorito e stimolato il dialogo e la collaborazione con l’A.S.A.P.S., che rappresenta un solido punto di riferimento ed un dinamico “anello di congiunzione” tra la Polizia Stradale, gli organi di informazione, gli utenti della strada e l’intera cittadinanza.
Bisogna quindi essere particolarmente grati all’A.S.A.P.S. sia per la meritoria e costante opera svolta a favore del prestigio, dei valori e dell’immagine della Specialità e per la valorizzazione del ruolo e della professionalità dei suoi operatori, che per le numerose ed encomiabili campagne intraprese in questi anni allo scopo di informare gli automobilisti, attraverso gli organi di informazione radiotelevisiva e la stampa specializzata, sulle nuove regole della circolazione e sulle problematiche di più viva e scottante attualità sotto il profilo della sicurezza stradale, come le stragi del sabato sera, l’abuso alla guida di sostanze alcoliche e stupefacenti, il lancio dei sassi dai cavalcavia, le gare automobilistiche abusive e molte altre ancora.
Grande è stato il contributo dell’A.S.A.P.S. per la diffusione e la crescita, non solo tra gli operatori della Specialità e gli addetti ai lavori, ma anche tra gli automobilisti e persino tra i giovani non ancora patentati, di una vera e propria “cultura” della sicurezza stradale che lungi dall’esaurirsi nel pur doveroso e consapevole obbligo di rispettare le norme del codice della strada, si arricchisce ed alimenta di valori forti, nobili e profondi come l’amore per la vita, il rispetto per gli altri e la fiducia nelle istituzioni.
Quella dell’ “Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale” è quindi una storia di grande successo ed un ammirevole esempio di perfetta integrazione tra le Istituzioni preposte alla sicurezza e la parte migliore della società civile, un successo al quale negli ultimi anni ha fornito un importante contributo anche la grande autorevolezza e la capillare e crescente diffusione su tutto il territorio nazionale della rivista ufficiale dell’organizzazione, “Il Centauro”, che oggi festeggia, con giusta soddisfazione e legittimo orgoglio, la pubblicazione del suo centesimo numero.
E’ con vero piacere quindi, Signor Presidente, che Le rinnovo le mie più vive felicitazioni per i brillanti risultati sin qui raggiunti dall’A.S.A.P.S. ed i miei migliori auguri per gli importanti obiettivi che l’Associazione si propone di conseguire in futuro, pregandola di estendere il mio saluto ed il mio incoraggiamento a tutti gli amici e i sostenitori della “nostra” Polizia Stradale ed ai sempre più numerosi ed affezionali lettori de “Il Centauro”.
Con le più vive cordialità.

Giovanni De Gennaro.


Giovedì, 15 Dicembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK